Il jazz di Marco Vezzoso a Cengio

Dopo aver conquistato consensi durante la tournée giapponese, il trombettista jazz Marco Vezzoso, porterà la sua musica nello splendido Palazzo rosso di Cengio sabato 17 alle 21 (ingresso 10 euro), nell’ambito delle “Stagioni culturali di Palazzo Rosso”. Il musicista piemontese presenterà lo spettacolo jazz poetico “14.07 Du Cote de l’Art”. Accompagnato da Alessandro Collina al pianoforte e Giannino Balbis voce recitante, eseguirà dieci brani jazz, da lui composti per l’occasione, che si alternano e si intrecciano con tre testi poetici di Balbis, a formare un continuum letterario-musicale di assoluta originalità e straordinario impatto emotivo: una risposta du coté de l’art, cioè “dalla parte dell’arte”, al dramma del terrorismo che insanguina l’Europa.

 

Marco Vezzoso, con tournée internazionali in varie parti del mondo, un disco in uscita in Giappone e un nuovo tour internazionale previsto per la prossima estate, è un esempio di eccellenza italiana che ha acquisito consensi all’estero soprattutto in Francia, dove risiede ed è professore di tromba jazz presso il Conservatorio Nazionale di Nizza e direttore dell’Ensemble de Cuivres de l’Operà di Nizza. Musica intensa, ricca di poesia, melodie di pregevole fattura, sono gli ingredienti ideali per un piacevole momento di ascolto e scoperta di un jazz accessibile anche al grande pubblico. Dalla sua ricerca musicale sono scaturiti due album: “Jazz à Porter” (Map Milano/Egea), dal quale è tratto il brano “Resta in camera bi” scelto come sigla del programma di Radio Rai 1 “Tra poco in edicola”, e il “live” registrato ad Osaka nel 2015 durante la precedente tournée in Giappone (pubblicato dalla label giapponese Davinci Editions/distr. Egea). L’album, che uscirà a inizio marzo  e sarà disponibile in digital download, sulle piattaforme di streaming, e in formato cd per il mercato giapponese, proprio su richiesta della label di Tokyo, è un percorso nei classici della canzone italiana che Marco Vezzoso ha rivisitato in chiave jazz, creando un ponte per la nostra cultura in Oriente.

 

LA CARRIERA

Marco Vezzoso è nativo di Alba. Si diploma al Conservatorio di Torino e frequenta numerose master class  con alcuni dei più celebri trombettisti italiani ed europei.

Da 6 anni risiede in Francia dove è professore di tromba jazz presso il Conservatorio Nazionale di Nizza e direttore dell’Ensemble de Cuivres de l’Operà di Nizza. Nel corso degli anni si esibisce nei più importanti festival Europei come leader, sideman, arrangiatore, direttore di big band, direttore di ensemble vari, tra il jazz e la musica classica. Nel 2014 registra il suo primo album da leader contenente brani originali da lui scritti, edito dall’etichetta discografica Map di Milano e distribuito da Egea. Collabora attivamente con la RAI di Roma per la quale compone il brano “Resta in camera Bi”, sigla del programma “Tra Poco in Edicola” di Radio Rai. Nel dicembre del 2015, la Davinci Editions, etichetta giapponese, registra e pubblica il concerto tenuto ad Osaka con distribuzione Egea. Per promuovere il suo ultimo lavoro discografico e il suo universo musicale, tra agosto e settembre 2017 il trombettista, accompagnato dal pianista Alessandro Collina, ha effettuato una tournée in Cambogia, Indonesia e Giappone per un totale di 16 concerti. Ora è pronto a tornare con un nuovo album e un nuovo tour internazionale che arriverà anche in Indonesia durante l’estate.

 

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...