A Busalla e Savignone leggere fa diventare grandi

Martedì 22 novembre alle 16,30 presso la Biblioteca “Elvezio Balabbio”, di Savignone, verrà presentato il programma nazionale Nati per Leggere (NpL), al quale i Comuni di Busalla e Savignone hanno aderito. Nei due Comuni ci sarà un percorso a tappe nelle biblioteche per diffondere la lettura in famiglia fin dalla più tenera età, con “letture ad alta voce per i piccoli e consigli per i grandi”. Sarà l’inizio di un lungo viaggio che attraverso racconti, storie, fiabe e favole, accompagnerà i piccoli lettori curiosi fino all’estate del 2017. Queste le ragioni e gli obiettivi dell’iniziativa: “Ogni bambino ha diritto ad essere protetto non solo dalla malattia e dalla violenza ma anche dalla mancanza di adeguate occasioni di sviluppo affettivo e cognitivo. Questo è il cuore di Nati per Leggere. Dal 1999, il programma ha l’obiettivo di promuovere la lettura in famiglia sin dalla nascita. Recenti ricerche scientifiche dimostrano come il leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale (è una opportunità di relazione tra bambino e genitori), che cognitivo (si sviluppano meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura). Inoltre si consolida nel bambino l’abitudine a leggere che si protrae nelle età successive grazie all’approccio precoce legato alla relazione”. All’incontro saranno presenti Silvia Compagnone, pediatra del Consultorio di Asl 3 Genovese, che interverrà su: “L’importanza della lettura precoce in età infantile”, i rappresentanti del Coordinamento Nati per Leggere Liguria e i volontari NpL. Nati per Leggere entrerà poi nel vivo con “un pomeriggio favoloso” per vivere una biblioteca attiva e dinamica, pronta ad avvicinare i lettori con iniziative di qualità giovedì 24 novembre dalle 16,30 alle 17,15 presso la Biblioteca Comunale di Busalla “Bertha Von Suttner”, in Via Chiappa 15.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…