A Loano è la notte di Carnevalöa

Sabato 30 luglio, a Loano, torna l’ormai tradizionale Carnevalöa, il grande carnevale estivo che rappresenta il clou della stagione turistica cittadina. Balli scatenati, coriandoli, stelle filanti, gruppi in maschera accompagneranno la sfilata dei carri allegorici del Carnevalöa 2016 Summer Edition, organizzato dall’Associazione Vecchia Loano con patrocinio e contributo dell’assessorato al Turismo. Quest’anno la sfilata sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina facebook del Carnevalöa.
Ospite speciale Antonio Casanova, l’illusionista inviato di Striscia la notizia che sfilerà sul carro allegorico del gruppo Maina de Loa. Casanova è a Loano per presentare il spettacolo “Aenigma”, in programma domenica 31 luglio, alle 21.30 al Giardino del Principe.
La festa carnascialesca prenderà il via alle 21.30 in Roma. Prenderanno parte alla sfilata gruppi mascherati a piedi, delegazioni carnevalesche provenienti da tutta Italia e la banda folcloristica La Vigoneisa di Vigone (TO). Aprirà la sfilata il tradizionale carro dell’Orologio (Porta Passorino) con le tre maschere liguri: Capitan Fracassa, Pue Pepin e Beciancin. Seguiranno i carri: Ghostbuster (Bardino Vecchio), Jeeg Robot d’acciaio (Borghetto S.S.), Kung Fu Panda (Borgo di Dentro/Bagni Florida), Un pazzo cuoco canavesano (Bosconero/Mastri), Il surfista (Cambiano TO), I Minions (I Mazzocchi), Speedy Gonzales (Maina de Löa), Star Wars (I Meceti/Amici del Class), Dragon Trainer e Masha e L’orso (Piazza Rocca/Bagni Kursaal/Bagni S. Stefano), Il viaggio di Arlo (I Prigliani/Bagni Torino), In fondo al mar (Racconigi), La combriccola di Santena-I Minions (Santena), I Cosacchi (Varazze).
Ospiti le maschere di Re Carciofo, Principessa Zucchina Trombetta e Baronetto Asparago Violetto (Albenga), Abbà, Abbaina, Madama Talea, Monsieur Taja Branc (Alpignano Borgo Talle), Bela Cardera e Bel Sciulè (Andezeno), U Liviu e la Tina (Arnasco), Il Lavandè e la Lavandera (Bertolla Torino), Bela Cusotera, Gran Giardiniere e Corte (Brandizzo), I nonni a passeggio (Camburzano), La Bella Italia e Charlot (Cento), L’Abba e la bela Tolera (Chivasso), Lu Vej e la Vej (Coazze), Il Vassallo e la Vassalla (Germagnano), Magnin e la Magnina (Magnano), Compagnia del Supplizio (Milano), La lunetta (Moncalieri), Martin e Mariana (Moncalieri Borgo S.Pietro), Re Biscottino (Novara), Il Pirin e la Main (Oleggio), Il Pulentè e la Pulentera (Orbassano), La Ceresera e Monsu Grafion (Pecetto Torinese), Gianduja e Giacometta (Pianezza), Monsu Suclun, Madama di Salussola, Marchese di Pollone e seguito (Pollone), Masca Munda e Diau Russ (Reano), Madama e Monsù Pelacurdin (San Raffaele Cimena), Il Purtune e la Marina dal Port (S.Sebastiano Po), Ciaferlin e Castellana (Saluzzo), Stato Maggiore napoleonico (Santhià), Re Chinotto e Corte (Savona), Corte Reale dei Savoia (Sciolze), Muminin a Pescea, Meneghin u Treggia, u Scavena e Re Baxeico (Varazze), Marie Antoinette e la sua Corte (Varese), Bicciolano e la bela Main (Vercelli), Conti Scaglia (Verrua Savoia), La bela Ranera e il Martin Pescatore (Villastellone). La sfilata sarà animata anche dalla musica occitani (Alba Fondazione Ferrero) con l’Associazione Bala in riva au ma.

 

La sfilata partirà da piazza Cadorna, percorrerà corso Roma e arriverà in piazza Mazzini, dove i carri svolteranno per tornare su corso Roma e per raggiungere nuovamente piazza Cadorna.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…