A Manarola il presepe più grande del mondo

La data da segnare in calendario è l’8 dicembre; il luogo, la Collina delle Tre Croci che cinge il borgo di Manarola in un abbraccio di fasce terrazzate; l’ora, l’imbrunire, momento ideale per risvegliare le oltre 250 figure della natività più grande del mondo, attraverso la potenza di 15mila lampadine.

Prometeo di questo straordinario spettacolo di luce è sempre lui, da oltre cinquant’anni, Mario Andreoli: classe 1927, ex ferroviere in pensione, inconsapevole artista di land art con una spiccata virtù comune a molti abitanti delle Cinque Terre: la creatività.

Quell’ingegno misto ad un pizzico di follia capace di trasformare una cosa semplice in un progetto grandioso. 

Le figure del suo presepe sono infatti realizzate con materiali poveri di recupero. Persiane, scatole di plastica, oggetti altrimenti destinati alla spazzatura, in cui Mario ha saputo intravedere gesti, volti e cogliere un significato più profondo. Dal 1976 Mario dedicava la sua vita alla realizzazione di un’opera unica nel suo genere e dopo 30 anni è stato in grado di coprire tutta la collina. Nel 2007 il più grande Presepe è stato inaugurato è subito inserito nel Guinness dei primati. 

Per Presepe sono stati usati (circa) 8 km di cavi elettrici, 17000 lampadine, più di 300 figurini a grandezza naturale, (fatti da materiali inutilizzati o riciclati). Nel 2008 il Presepe è diventato anche ecologico, un impianto fotovoltaico è stato costruito apposto per questo.

L’evento è organizzato dal Parco Cinque Terre con il patrocinio della Regione Liguria.

 

Programma

Come consuetudine a tanta inusuale bellezza sarà legato un messaggio di solidarietà e di inclusione sociale. 

Alle 15 è infatti atteso l’arrivo da Genova del treno speciale organizzato dall’Assessorato ai trasporti della Regione Liguria con la collaborazione della Consulta per la tutela dei diritti della persona disabile e l’Associazione Fa.Di.Vi e Oltre. Ad accogliere i partecipanti la Banda di Migliarina guidata dal maestro Gabriele Castellani.

 

Alle 16 circa si comincerà ad a entrare nel vivo dell’evento. Nella Chiesa di San Lorenzo e nella piazza antistante, alle ore 16 e 45, luogo da cui Mario accenderà ufficialmente il presepe, i saluti delle autorità e a seguire il concerto della Corale Polifonica Santa Maria di Bogliasco e la rappresentazione della Santa Natività con costumi arabi dell’epoca a cura dei Componenti del Gruppo Animazione di Varazze. 

A seguire, intorno alle 17 e 30,  la suggestiva fiaccolata al presepe organizzata dal CAI La Spezia che darà simbolicamente il via all’accensione del presepe.

Per tutti gli amici che saranno presenti all’evento frittelle, panini e focacce, preparati dalle Ragazze di Lago – (Sori), da Fa.Di.Vi con il sostegno dell’ Ente Parco. Le offerte verrano devolute alla Chiesa Parrocchiale di Manarola.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…