Alassio diventa capitale delle bocce

Oltre 1.300 giocatori sono in gara per la Targa d’oro Città di Alassio, manifestazione internazionale di bocce (settore volo), la cui 64esima edizione è in programma sabato 1 e domenica 2 aprile. Gara storica, assai ambita, molto amata, è tra le più prestigiose e la più partecipata del settore.
I NUMERI – Alle 311 quadrette del tabellone Targa d’oro (Senior), vanno infatti ad aggiungersi le 32 coppie della 3^ Targa Rosa e le 27 coppie della 4^ Targa Junior. Per un totale di 1.362 giocatori, di tutte le età e di tutte le categorie, in arrivo anche da Croazia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Francia e Principato di Monaco. Numeri di pochissime unità superiori a quelli dello scorso anno. Le regioni italiane rappresentate sono Piemonte, Valle d’Aosta, Toscana, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Liguria.
LE LOCATION – Per accogliere e mettere a confronto così tante squadre si rende necessario l’utilizzo di 128 campi da gioco (di cui solo una parte al coperto), con il coinvolgimento degli impianti e delle società di Albenga, Arnasco, Andora, Garlenda, Diano Marina, Borghetto Santo Spirito, Loano e Pietra Ligure. Trentadue in totale le corsie in Alassio, in quattro differenti location, come succede ormai da parecchi anni a questa parte, nel parcheggio dell’Istituto Salesiano Don Bosco, presso la Bocciofila Alassina, presso il Circolo La Fenarina e per l’8° anno consecutivo all’interno del Palaravizza, allestito in grande stile e con un maxischermo di 12mq a bordo campo, dalle cui tribune il pubblico potrà comodamente seguire sino a sei incontri in contemporanea. 
IL PROGRAMMA – Il primo turno della gara (ad eliminazione diretta) è previsto per le 8 di sabato, alle 10.30 si giocherà su tutti i campi per i 128esimi di finale e così via sino a sera, quando il programma sarà concentrato in soli quattro impianti coperti (Palaravizza Alassio, Palasport Albenga, Bocciodromo Loano, Bocciodromo Andora). I protagonisti di Targa Junior e Rosa entreranno in scena alle 14, con la fase a poule, rispettivamente presso il Don Bosco e ad Arnasco. Domenica il gran finale ad Alassio: dalle 8 gli ottavi della Targa Senior, alle 10.30 i quarti di finale dei tre tabelloni, dalle 14.15 le semifinali e le finali (ore 16.30 circa). 
RIPRESE E FIB – La giornata di domenica andrà in diretta streaming grazie alla presenza di una troupe della Federazione Italiana Bocce, il cui nuovo presidente, Marco Giunio De Sanctis, è atteso nel week end ad Alassio. 

LE NOVITA’ – Oltre alla presenza per la prima volta di un maxischermo a bordo campo, tra le novità di questa edizione si segnala, a livello tecnico, la disputa della fase a gironi per il tabellone femminile (le due prime edizioni erano ad eliminazione diretta e si giocava solo la domenica), mentre per quanto riguarda le iniziative collaterali va citato il Welcome Party di venerdì sera presso il Manila Club. Presso il bar della Bocciofila Alassina sarà disponibile anche lo ”sport energy drink” ufficiale della Targa d’oro, lattina da portare a casa anche come ricordo. Non è una novità, ma raccoglie sempre buoni consensi, la lotteria a premi (30), la cui estrazione è prevista domenica 2 durante lo svolgimento delle finali.
CURIOSITA’ – Le formazioni estere in tutto sono 16, ma ad esse si devono aggiungere numerosi atleti di nazionalità straniera inseriti in club italiani. Per la prima volta è internazionale anche la Targa Rosa, con un team francese ed uno croato. Il comitato Fib più rappresentato è quello di Cuneo, con ben 72 quadrette Senior (9 per Albese e Nosenzo Asti) e quasi venti tra Junior e Rosa. In lizza anche Sofia Hassan (Abg Genova), nazionale del Marocco, ed il giovane Erik Ceh, vincitore qualche mese fa della medaglia d’oro nella prova a coppie al Mondiale Under 18 disputato nel Principato di Monaco. Iscritto anche il più forte giocatore italiano (e non solo) della petanque, il vallecrosino Diego Rizzi, insieme all’altro nazionale azzurro, il genovese Alessandro Basso, per l’occasione con la maglia dell’Abg. 
I FAVORITI – Difficile fare pronostici con così tanti giocatori di alto livello in gara. Tra le formazioni favorite ci sono sicuramente quelle che rappresentano i sodalizi più qualificati del panorama nazionale, vale a dire Perosina, Borgonese (finaliste per lo scudetto tra qualche giorno a Chieri) e la solita Brb Ivrea. Di alto livello anche alcuni team francesi, ad esempio il Cro Lione. Ben tre sloveni (Janzic, Tonejc e Molicnik) con Grivetto nella compagine del Forno. Con la maglia della Capannina Biella, il veterano Mario Suini (10 successi all’attivo, l’ultimo nel 2015) avrà al proprio fianco, oltre a Cardano, i croati Causevic e Marceja. L’anno scorso a fare en-plein furono le compagini piemontesi. I campioni uscenti sono per la Targa d’oro Carlo Ballabene, Daniele Grosso, Fabrizio Deregibus e Luca Andreoli (Brb Ivrea), per la Targa Rosa Cristina Fino e Sabrina Frua (Auxilium Saluzzo), quest’anno in corsa con la maglia della Centallese, e per la Targa Junior Gabriele Graziano e Riccardo Marzanati (Jolly Club Buronzo), a caccia anche loro del bis. I due vincitori della Targa Junior 2015, Emanuele Soggetti e Stefano Aliverti, fanno invece l’esordio tra i Senior, con la tenuta della Perosina Boulenciel.

La Liguria non sale sul gradino più alto del podio della Targa d’oro dal 2011, quando si impose la Chiavarese di Bellafronte-Macario-Ferrero-Bruzzone.
GLI OFFICIAL – La direzione di gara sarà curata dall’arbitro internazionale Stefano Trinchero di Crescentino (Vc), mentre a rappresentare la Federazione Internazionale, anche a livello tecnico, sarà Mario Occelli di Moretta (Cn). Gli arbitri designati sono una ventina: Gianenrico Gontero (comitato Fib di Torino); Claudio Berto, Pietro Ghersi, Cosimo Montemurro, Giuseppe Nappi e Giorgio Panizza (Albenga), Mario Maio, Vincenzo Meinero, Riccardo Pescetto e Fabrizio Rossello (Savona), Vito Costa, Andrea Lombardi e Fausto Ruggeri (Massa Carrara), Sergio Lorenzi, Fausto Saldo ed Enzo Solive (Imperia), Ermanno Maja (Genova). Il coordinatore tecnico del Comitato Organizzatore è Enzo Petenzi di Loano (Sv).
L’ORGANIZZAZIONE – Partner dell’evento sono Nutella, Impresa Munarin, Boulenciel, Bouledujour, Enry Sport, Silvana Gioielli, Azienda Agricola Deperi e Frantoio Armato. Per valorizzare il territorio, tra i premi aggiuntivi e speciali sono previste anche numerose confezioni di prodotti tipici, Baci di Alassio e piante aromatiche del comprensorio.

La manifestazione gode del patrocinio di Comune di Alassio, Regione Liguria, Provincia di Savona e Coni Savona. L’organizzazione è curata come sempre dalla Associazione Bocciofila Alassina in collaborazione con Gesco e Federbocce Albenga.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…