Alassio e Albenga dicono no alla violenza alle donne anche al Festival Su La Testa

Zonta says NO! Questo è lo slogan di tutti gli Zonta Club per celebrare il 25 novembre e la lotta alla violenza sulle donne. Lo Zonta è una associazione di donne che lavora per migliorare la condizione di tutte le donne del Mondo in ambiti diversi, a seconda delle necessità. Nei Paesi occidentali le ragazze hanno salute, possibilità di studiare e lavorare ma ancora non sono tutelate dalle leggi di parità o più semplicemente sono ancora ritenute da qualche uomo “merce” di proprietà. Il periodo di sensibilizzazione dura 10 giorni: dal 25 novembre al 10 dicembre.

Lo Zonta Club Alassio-Albenga ha scelto quest’anno di aderire alla Campagna internazionale di sensibilizzazione delle Nazioni Unite-Donne denominata “He for She”. In essa sono gli uomini a dichiararsi contro la violenza di genere e la Presidente del Comitato Nazionale UN-Women, Simone A. Ovart, ricorda: “È la prima volta in cui si da la possibilità agli uomini di difendere le donne ed agire per esse, favorendo una reale uguaglianza di genere”. Per dare una testimonianza relativa al territorio perciò lo Zonta Alassio-Albenga ha realizzato un filmato di cinque minuti in cui compaiono in fotografia un centinaio di uomini-testimonial che vivono e lavorano in zona, ma anche con campioni dello sport o di spettacolo conosciuti anche fuori della Regione.

La “prima assoluta” del video si potrà vedere durante le serate del Festival musicale Su la Testa ad Albenga, quindi il 1-2-3 dicembre al Teatro Ambra. La Presidente dello Zonta Alassio-Albenga Sandra Berriolo garantisce: “Non stiamo divulgando prima le varie foto sia di singoli che di associazioni o gruppi sportivi, per lasciare la sorpresa in quelle serate. Molti mi hanno visto in giro col cartello con la scritta He for She nelle ultime settimane ma credo che l’impatto globale sarà suggestivo. Sicuramente ci sono personaggi noti che ci si aspetta di veder fotografati, perché sono i primi che vengono in mente pensando a testimonial conosciuti anche fuori dalla Regione, ma ci sarà anche qualche piccolo scoop inaspettato”.


Il Festival Su la Testa (nella foto l’ideatore del festival e cantautore Davide Geddo) non è la prima volta che ospita un momento di sensibilizzazione antiviolenza. Sempre Berriolo: “Già due anni fa tutti gli artisti si esibirono sul palco col fiocchetto arancione simbolo dell’antiviolenza ma questa volta l’Associazione Zoo si è superata, accogliendo la nostra proposta di divulgazione del video. Lo Zonta ringrazia ovviamente tutti gli uomini che hanno accettato di buon grado di fare da testimonial per la causa, in molti casi dichiarando che non lo facevano solo formalmente ma anche “sostanzialmente” perché ci credono”. Dopo la “prima” del 1 dicembre il video andrà sui social e verrà inviato al Comitato Nazionale di UN-WOMEN e a tutti gli Zonta Club anche in Europa.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…