Albenga-Assisi, quinta tappa sotto la pioggia, con sorpresa…

Prima giornata di pioggia per Sergio Giusto, che non si è fatto fermare dal maltempo e, anche oggi, ha camminato per 26 chilometri, dalla Commenda di Prè a Camogli dove è arrivato a metà pomeriggio. Ecco il suo racconto dopo la quinta tappa del suo pellegrinaggio da Albenga ad Assisi.

“Ho camminato, per la prima volta in questa avventura, sotto la pioggia. Ma sono attrezzato, un paio di pantaloni cerati e la mantella che copre anche lo zaino hanno evitato che mi inzuppassi. Il percorso, anche oggi, è stato pianeggiante, peccato che le nuvole abbiano coperto la luce che avrebbe reso magnifici i paesaggi marini che ho incontrato e gli splendidi borghi come Bogliasco”, racconta. E aggiunge: “Mi sono fermato a Camogli, dove ho trovato ospitalità nel bellissimo convento di San Prospero, sulle alture. La vista è splendida, chissà come deve essere con il sole. Le previsioni meteo non lasciano ben sperare nè per domani che per domenica, anzi parlano di allerta con temporali anche forti. Ma, almeno domani, sono intenzionato a fare un’altra tappo di una ventina di chilometri. Probabilmente mi fermerò domenica, ma ancora non lo so. Prima di chiudere un episodio simpatico che mi è capitato questa mattina. Stavo camminando subito dopo Genova quando ho sentito una voce da un’auto che mi chiedeva una informazione. Mi sono girato per rispondere ed era il mio amico Fabio Gasco, che, lavorando a Genova, intuendo dove potevo essere arrivato, mi è venuto a cercare per mangiare un boccone assieme. A domani”.

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...