Albenga, l’Antico Caffè Testa ora è un raffinato wine bar

Resta antico, per via dei soffitti a volta, ma ora è tutto un’altra cosa. L’Antico Caffè Testa, in via delle Medaglie d’Oro, pieno centro storico d’Albenga, da qualche giorno è un raffinato e fornito wine bar che, ne siamo certi, non mancherà di avere successo tra chi da una pausa caffè o aperitivo vuole qualche cosa in più.

Quel “quid” dato dalla professionalità di chi lo porta avanti e dall’altissima qualità nel bicchiere e nei piatti. Al banco di mescita un professionista di grande esperienza e talento nel mondo del vino, Massimiliano Moroni, sommelier, conoscitore di etichette e profumi enologici, in sala Federica Lantero, vulcanica ed energica, in cucina la “regina dei finger food” Laura Anfossi, chef di talento, aderente alla Federazione italiana cuochi. Un tris vincente, almeno a giudicare dall’inaugurazione, affollata di appassionati di cibo e vini. Certo, il Caffè Testa, quello con il mitico Luciano Testa, giocatore professionista negli Anni ‘50, bandiera dell’Albenga calcio, pronto a parlare di foot-ball, o quello che era per gli studenti che negli Anni ‘70 e ‘80 trascorrevano, nella sala biliardo, le mattine “sottratte” alla scuola non c’è più. Giustamente, diciamo noi, viste le bottiglie in esposizione (e quelle “nascoste” sono ben di più…), che siamo sicuri presto verranno degustate in abbinamento ai piatti e piattini preparati da Laura, capace di abbinare gusti ligustici a sapori fusion. “Puntiamo sul classico, caffetteria al mattino, una piccola tavola fredda a pranzo e aperitivi con rossi, bianchi e bollicine assieme a tapas e stuzzichini”, spiega Massimiliano. I vini sono soprattutto del territorio, ma non mancano interessanti etichette italiane e straniere. Sui muri tinteggiati di un tenue beige campeggiano foto, circolari, di visi Anni ‘20 (antiche teste, si gioca sul nome…), le stesse che sono riproposte sulle sedie. Prezzi in linea con il mercato e, per gli amanti della birra, la possibilità di un aperitivo con le birre, veramente buone, fresche, classiche con tocchi di fantasia, del birrificio 44 di Albenga, una realtà piccola, artigianale, ma veramente interessante e di gusto. Cin cin.

Le foto, quelle più belle, sono state concesso dall’amica Tiziana Girante, quelle più brutte non hanno padre…

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...