Alla Commenda di Prè scuole e apartheid

Settimana all’insegna dell’arte al Museoteatro della Commenda di Prè: mercoledì 7 giugno alle 15 nella Saletta del Giardino del Museo inaugurazione della mostra “G.E.N.O.VA” degli studenti della 4° Classe del Liceo Scientifico Emiliani; giovedì 8 giugno alle 18.30 presso il 2° piano della Commenda, apertura della personale di Luca Greco dal titolo “Le strade dell’apartheid”. Inaugurazioni mostre ed eventi collaterali ad ingresso gratuito.

 G.E.N.O.V.A.

Mercoledì 7 giugno alle 15 nella Saletta del Giardino del Museoteatro della Commenda di Prè, inaugura la mostra degli studenti della 4° classe del Liceo Scientifico Emiliani “G.E.N.O.VA.”, visibile al pubblico dall’8 al 15 giugno. Con i patrocini del Rotary San Giorgio e Wolfsoniana, in collaborazione con l’Associazione Culturale Artre Bruna Solinas, Mu.MA, Cooperativa Solidarietà e Lavoro, Istituto Agrario Marsano e Centro Civico Buranello. All’inaugurazione ad ingresso libero, oltre agli studenti e le Curatrici Patrizia Sommella e Chiara Scaldaferri docenti di Storia dell’Arte, interverranno: Padre Andrea Raimondo Marongiu Rettore del Collegio Emiliani, Padre Giuseppe Oddone Preside Emerito del Liceo Emiliani e Presidente FIDAE e Luca Sturolo architetto Associazione Culturale Artre Bruna Solinas. Una mostra sulle bellezze di una G.E.N.O.V.A Giovane, Energica, Nuova, Originale, Viva, Artistica. Fotografie, pitture, installazioni, poesie, audiovisivi auto-prodotti sulle bellezze di Genova, con gli allievi del Liceo Scientifico Emiliani che accoglieranno i visitatori al Museo. Gli studenti hanno scelto la Commenda, perché i temi della mostra sono valorizzati dall’ antico ospitale il cui motto è che “nessuno si senta straniero a Genova”. L’esposizione è nata da un percorso progettuale di alternanza scuola-lavoro, con l’Associazione culturale Artre Galleru Bruno Solinas. Il progetto redatto dagli studenti, è il risultato di una lunga indagine su diverse discipline e attività: dall’agronomia alla fotografia, dall’architettura allo sport, dall’artigianato alle arti visive. Per l’inaugurazione, presentazione del volume “Visioni per Genova-Disegni di grandi architetti “a cura dell’Associazione Culturale Artre Bruna Solinas, edizioni Liberodiscrivere. Il volume riunisce progetti per Genova dall’800 al mondo contemporaneo. Un’indagine che fa da complemento alle ricerche degli studenti del Collegio Emiliani, confermando il valore di questo Istituto quale realtà sempre attenta alla valorizzazione della cultura come espressione di attenzione e sensibilità.

LE STRADE DELL’APARTHEID – LUCA GRECO

Nel 2° piano del Museoteatro della Commenda di Prè, giovedì 8 giugno alle 18.30 ad ingresso libero, inaugurazione della mostra fotografica “Le strade dell’apartheid” di Luca Greco, sindacalista della CGIL e cacciatore di storie, in collaborazione con OnG Nexus Emilia Romagna, Mu.MA e Cooperativa Solidarietà e Lavoro. La mostra rimarrà aperta dal 9 al 30 giugno. Esposizione su tre paesi Palestina, Sahara Occidentale, Irlanda del Nord. Trenta immagini, un racconto sulla continua e progressiva privazione della libertà, la storia di popoli diversi ma con storie simili, con stessi occhi e sguardi assenti. Luca Greco ha pensato alla Commenda per esporre, perché col suo passato di stazione marittima e di ospedale per pellegrini e indigenti, rappresenta il luogo ideale per le opere della mostra sull’apartheid, che fa riflettere su sentimenti e storie di popoli lontani ma fra loro simili. Una delle foto esposte, ha ottenuto una menzione speciale al Concorso Fotografico Guido Orlando – Premio Fotografico Peppino Impastato. Le fotografie raccontano di un popolo Saharawi che non ha ancora una casa, le sue città sono rimaste al di la del muro marocchino. Di Hebron che è un incubo. Più di 700 coloni protetti da oltre 4000 soldati hanno occupato una città, sottraendo ai palestinesi intere strade, negozi. Di un’Irlanda del Nord, in cui esistono ancora oggi muri che dividono i cattolici dai protestanti, e quartieri in cui un cattolico non può entrare.


Il Museoteatro della Commenda di Prè di Genova fa parte dell’antico complesso dell’Ospitale della Commenda, un gioiello medioevale di singolare bellezza, segnalato nelle guide internazionali. Fu costruito nel 1180 come luogo di assistenza a pellegrini e crociati che si recavano o tornavano dalla Terrasanta. Tutte le mostre sono incluse nel biglietto d’ingresso al Museo e visitabili in orario museale: da martedì a venerdì dalle 10 alle 17, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19, lunedì chiuso.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…