Alla scoperta dei sentieri e delle pietre delle Alpi Liguri

Fino al 10 settembre il Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri, in collaborazione con le Associazioni e le guide escursionistiche della provincia di Imperia, propone un calendario di escursioni gratuite alla scoperta di alcuni fra i paesaggi geologici più emozionanti delle Alpi del Mediterraneo, nel territorio candidato ad essere inserito fra i luoghi Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Le escursioni, organizzate dal Parco Alpi Liguri grazie al Progetto Regionale Green&Blue, saranno un’ottima occasione per iniziare a conoscere, da un diverso punto di vista, il patrimonio naturale delle nostre valli alpine. Qui, la storia geologica dei luoghi ha fortemente caratterizzato l’ambiente e il paesaggio, condizionando anche la presenza dell’uomo. Le uscite sono gratuite e aperte a tutti.Questo il programma della quarta uscita, prevista per sabato 26 agosto: La Valle Tanarello e la Grotta Tana Cornarea.

Percorrendo la Statale 28 si raggiunge, al confine fra le Province di Imperia e di Cuneo, la località Ponte di Nava: da qui si prosegue sulla provinciale per Viozene (frazione di Ormea) fino ad incontrare sulla sinistra, dopo circa 5 km, un’ampia area attrezzata per pic-nic. È questa la confluenza fra il Rio Negrone ed il Rio Tanarello da cui ha origine il Fiume Tanaro e da dove inizierà l’escursione. In breve, lungo un’agevole pista sterrata, si raggiungerà il Ponte Schiarante, via di transumanza verso l’Alpe di Cosio, e l’attacco del sentiero che – all’ombra di una gradevole faggeta – condurrà alla grotta “Tana Cornarea” e all’omonima falesia. La parte iniziale di questo anfratto è facilmente accessibile: i nostri progenitori lo abitarono nell’Età del Bronzo e vi sono stati trovati resti di orso delle caverne (Ursus speleo).

Lungo la valle, la ricchezza della vegetazione e la varietà di eco-ambienti a contorno del corso d’acqua rendono particolarmente gradevole il percorso durante la stagione estiva e favoriscono la presenza di molte specie botaniche, ornitologiche e ittiche.L’itinerario si sviluppa attraverso scenari incantevoli, con cascatelle, marmitte dei giganti e splendidi scorci panoramici, permettendo di osservare da vicino le eccezionali caratteristiche delle rocce.

Ritrovo: ore 8:30 a Ponte di Nava oppure 8:45 c/o Ponte sul Tanaro (area attrezzata lungo la strada per Viozene).

Durata: 4 ore – Dislivello: 340 metri circa – Difficoltà: T (turistica) – Lunghezza: 9 km (+ altri 3 km facoltativi)

Equipaggiamento consigliato: abbigliamento comodo, pantaloni lunghi, scarpe o scarponcini da trekking, acqua da bere (rifornimento consigliato a Ponte di Nava), giacca antivento/anti pioggia. Pranzo al sacco a cura dei partecipanti.

Partecipazione gratuita.

Info e prenotazioni: prenotazione obbligatoria entro le 14 di venerdì 25 agosto – Marina Pissarello – Tel. 347 1107301

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…