All’Acquario il delta senza mare dell’Okawango

Mercoledì 1 marzo alle 17 nell’Auditorium dell’Acquario di Genova ottavo incontro del ciclo dei mercoledì della scienza sull’Africa Nera, organizzato dagli amici dell’Acquario. Il tema “L’Okawango: un delta senza mare” sarà trattato da Leandro Stanzani, fotografo, naturalista, che condurrà il pubblico in un ambiente straordinario creato dall’Okawango, uno dei più grandi fiumi africani, che nasce in Angola e dopo un percorso di 1600 Km termina in un delta che non sfocia in mare, ma nelle sabbie del Kalahari, creando canali, lagune, isole. Questo ambiente affascinante e unico da vita ad una flora e ad una fauna esuberanti e a numerosi insediamenti umani, di ben 5 diverse etnie. Un viaggio tra animali e umani che hanno deciso o sono stati costretti a trascorrere la loro vita in un ambiente difficile ma incredibilmente ricco di natura e di storia. L’ingresso è libero. 

Stanzani Augusto, per gli amici Leandro si è laureato in Architettura a Venezia dopo aver frequentato il liceo scientifico a Finale Emilia. Per 40 anni ha lavorato con i mammiferi marini e in particolare con i delfini, sia negli Acquari che in Natura. È tra i fondatori di Fondazione Cetacea, organizzazione per la tutela del mare e dei suoi abitanti e responsabile del Concept del Parco tematico Oltremare di Riccione. Amante della fotografia e dell’Africa dove appena può “scappa” per lunghi viaggi specialmente nei parchi naturali di Namibia, Zimbabwe, Botswana, Tanzania e Zambia. Collabora con riviste naturalistiche italiane e straniere. Importa arte, artigianato e cosmetici naturali principalmente da artisti e gruppi femminili Boscimani, Himba, Maasai.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…