Archeologia della Val Bormida a Savona

I risultati delle numerose campagne di scavo e delle ricognizioni sul campo, condotte in questi ultimi anni sul territorio valbormidese dalla Sezione Valbormida dell’Istituto Internazionale Studi Liguri, forniscono nuovi elementi per cercare di ricostruire aspetti ancora poco noti del passato di questa terra. Sono molti i siti che stanno restituendo interessanti testimonianze sulla vita delle comunità dei primi abitatori della valle: dalle più antiche manifestazioni di industria litica scheggiata e levigata alla raffinata lavorazione dei metalli, dalle semplici vestigia di villaggi d’altura dell’età del Bronzo alla specializzazione del lavoro degli artigiani del ferro tra l’età tardoantica e l’alto medioevo, uno sguardo su mondi lontani ed ancora in gran parte sconosciuti.Tra i siti attualmente oggetto di indagine archeologica emerge quello del Casteirolo di Cairo Montenotte, teatro del Progetto Arké, l’archeologia vista da vicino che da quattro anni vede la partecipazione alle campagne di scavo, accanto alla Soprintendenza Archeologia della Liguria ed alla sezione Valbormida dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri, degli studenti del Liceo Classico Calasanzio di Carcare.

Silvia Pirotto illustrerà nei dettagli gli ultimi ritrovamenti del Casteirolo nel corso di una conferenza, venerdì 21 aprile 2017, alle 17.30, nel Salone di Storia Patria (via Pia 14/4, Savona).

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…