Artigiani a “scuola” di etichettatura alimentare

Anche le imprese liguri del settore alimentare che trasformano, preconfezionano o confezionano i loro prodotti, insieme a quelle attive nella somministrazione, saranno presto interessate dal nuovo obbligo di “dichiarazione nutrizionale”. Se ne parlerà martedì 22 novembre, alle 15,30, nella sede di Confartigianato Liguria a Genova (via Assarotti,7/9), nel corso di un incontro organizzato per fornire un supporto concreto in vista dell’adempimento che scatterà il prossimo 13 dicembre. La nuova norma prevede l’inserimento sulla confezione o in etichetta di una dichiarazione contenente tutte le informazioni sul valore energetico, insieme all’indicazione, chiara e leggibile, di quante proteine, grassi, carboidrati, sale, fibre, vitamine e minerali sono contenuti nel prodotto.

Si tratta di un obbligo contenuto nel regolamento Ue n.1169/2011, relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, e già in vigore dal 13 dicembre 2014 per quanto riguarda l’indicazione degli allergeni. Per chi non applicherà la normativa o lo farà in modo scorretto sono previste sanzioni fino a 18 mila euro. Per agevolare e semplificare la procedura di etichettatura, proibitiva e costosa soprattutto per realtà più piccole, Confartigianato Alimentazione ha, da una parte, ottenuto una normativa più leggera per le microimprese e, dall’altra, creato un economico software: contenente una banca dati di

oltre 2 mila ingredienti. Lo strumento permette di generare un’etichetta con le informazioni obbligatorie, pronta per essere applicata sulla confezione. Il sistema, così come la normativa europea, sarà illustrato nel corso dell’incontro di martedì.

Confartigianato ha organizzato altri incontri territoriali sul tema: martedì 22 novembre, alle 10,30, nella sede di Confartigianato Sanremo (corso Nazario Sauro 36, Sanremo); Martedì 29 novembre, alle 19, nella sede di Confartigianato La Spezia (Via Fontevivo 19, La Spezia).

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…