Candido. Viaggio tragicomico nel migliore dei mondi possibili a Camogli

Venerdì 17 e sabato 18 marzo alle 20.30 al Teatro Sociale di Camogli (biglietti a 20 e 15 euro) la Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse presenta “Candido. Viaggio tragicomico nel migliore dei mondi possibili”, testo di Tonino Conte e Emanuele Conte da “Candido o dell’ottimismo” di Voltaire. Nel decimo anno della sua scomparsa il Teatro della Tosse dedica all’amico e maestro Emanuele Luzzati la ripresa di Candido. Il testo di Candido – Viaggio tragicomico nel migliore dei mondi possibili è di Tonino Conte ed Emanuele Conte tratto da Candido o dell’ottimism’ di Voltaire, regia di Emanuele Conte. Le scene e i costumi sono stati realizzati da Bruno Cereseto e Paola Ratto basandosi sul lavoro di Emanuele Luzzati – di cui sono stati stretti collaboratori per molti anni – per il Candide di Leonard Bernstein (Teatro dell’Opera di Saint Louis, 1994).
Le scene fanno da sfondo a questo mirabolante viaggio teatrale. Candido è una favola sull’uomo e sulla scienza, ma anche un percorso formativo alla scoperta delle contraddizioni del nostro mondo. Una storia ironica e giocosa, che nasconde dietro la sua apparenza allegra una drammaticità pronta ad esplodere nel finale. La messa in scena è aderente all’atmosfera letteraria del romanzo di Voltaire e l’impianto scenico è di forte impatto come nella tradizione del Teatro della Tosse. Il pubblico sarà accompagnato in questa avventura da attori in carne e ossa che con maschere, invenzioni sceniche e marionette, “reciteranno” la loro parte per ribadire che il teatro è vera illusione, partecipazione, coinvolgimento. 

La messa in scena è aderente all’atmosfera letteraria del romanzo di Voltaire, con un finale drammatico, in contrasto con i toni sempre ironici e giocosi della prima parte della storia, rivela il lato nascosto dell’ottimismo di Candido, svelando una drammaticità che forse va oltre le conclusioni già non proprio ottimiste dello scrittore francese e che porterà Candido ad una definitiva, dolorosa presa di coscienza.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…