Cibo&Territorio per rilanciare il turismo ligure al Bergese

Alunni in cattedra martedì 15 maggio a Villa Sauli di Prà. A tenere banco per una volta sono gli studenti dell’Istituto Nino Bergese che illustreranno al pubblico, a partire dalle 15.30, le loro ricette per un’accoglienza d.o.c., puntando sul binomio “Cibo & Territorio” e sullo stile di vita all’italiana.

Come si coniugano tradizioni e nuove tendenze nell’eccellenze produttive locali? Quali sono le aspettative dei turisti e come soddisfarle? Su che prodotti scommettere per promuovere il turismo e far crescere l’economia? A queste e altre domande cercheranno di dare risposta le giovani generazioni, affiancate dal preside e dai docenti, con idee fresche e originali tra “il gusto e la ragione”. Carta bianca ai ragazzi anche per la degustazione: gli studenti dell’indirizzo accoglienza suggeriranno le preparazioni culinarie elaborate dai colleghi dell’indirizzo “servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera”, sotto la supervisione degli insegnanti.

“Responsabilizzare i giovani e stimolarli ad avere una visione futura e idee innovative per il proprio ambito lavorativo è tra i compiti della scuola – spiega il preside dell’Istituto Nino Bergese Angelo Capizzi – Spesso capita che i pranzi in albergo, pur essendo elementi importanti nell’apprezzamento di una vacanza, risultino standardizzati e con scarso appeal. Qualificare e caratterizzare questi momenti dell’offerta turistica non solo valorizza la ristorazione alberghiera ma aumenta anche il gradimento della meta di viaggio prescelta”.

 

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...