Cinque Terre e La Spezia, fine settimana tra tutela del territorio e legalità 

Un fine settimana di scambi sulle esperienze riguardo la tutela del suolo in aree particolarmente fragili ma anche della tutela del paesaggio e lo studio di interventi per limitare i rischi idrolgeologici. E’ quanto avviene alla Cinque Terre nell’ambito del gemellaggio tra il Centro Studi Rischi Geologici del Parco Cinque Terre e l’omologo Centro Studi Rischi Geomorfologici dei Nebrodi in Sicilia, che si svolge giovedì 9 e venerdì 10. Nel corso della due giornate di studio, che si concluderanno con la firma del protocollo di collaborazione istituzionale tra i due centri, presso la sede dell’Ente Parco di Manarola, saranno presentate le attività del parco ligure con particolare riferimento al censimento dei lavori pubblici di sistemazione dei versanti realizzati nel corso degli anni. Inoltre verrà illustrato il progetto relativo al ripristino della funzionalità del versante in località Macereto a Vernazza, frutto della collaborazione con il Centro Studi. 
“La firma del Protocollo – sottolineano entrambi i Direttori dei due Enti Parco, Massimo Geraci e Patrizio Scarpellini – sancisce un importante scambio di conoscenze tra i due centri studi nati per affrontare le problematiche legate all’elevata vulnerabilità idrogeologica dei rispettivi territori, in forma coordinata coinvolgendo le Università dei territori interessati, nonché gli Ordini Regionali e il Consiglio Nazionale dei Geologi. Un concreto esempio di collaborazione tra competenze interdisciplinari – concludono i Direttori – finalizzato all’elaborazione di un piano di interventi e monitoraggio capace di indirizzare in maniera sempre più puntuale l’investimento di risorse rivolte alla mitigazione del rischio.”

Domenica 12 giugno, invece, allee 17 e 30, al Museo CAMeC de La Spezia, si svolgerà il convegno che vedrà il confronto tra Cinque Terre, Nebrodi e Pantelleria sul tema della legalità alla presenza del ministro di Giustizia Andrea Orlando.

“Il Parco Nazionale delle Cinque Terre promuove il convegno per restituire la giusta incisività e pregnanza al principio di legalità, alla luce degli eventi criminosi che hanno colpito nei giorni scorsi territori di grande valore naturale e culturale quali il Parco dei Nebrodi e l’Isola di Pantelleria. Saranno i rappresentanti di queste aree, insieme alle Cinque Terre, a fornire uno spunto di riflessione sul ruolo di presidio e tutela dei beni ambientali svolto dai parchi”, dicono al parco ligure

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…