Con l’Acquario al Festival della scienza

Costa Edutainment rinnova il sostegno e la partecipazione al Festival della Scienza che si svolgerà a Genova dal 27 ottobre al 6 novembre 2016 per approfondire il tema dei Segni.Ad attendere i piccoli e i grandi “scienziati” mostre, laboratori e novità in tutte le strutture, a partire dai nuovi cuccioli dell’Acquario di Genova, Baffo, la piccola foca nata lo scorso 5 luglio e i tre pinguini di Magellano nati anch’essi nel corso dell’estate. 

Sono previste speciali promozioni in tutte le strutture gestite da Costa Edutainment: per tutto il periodo della manifestazione, a tutti i visitatori muniti di biglietto o abbonamento del Festival della Scienza, è riservato uno sconto di 3 euro all’Acquario di Genova e al Galata Museo del Mare con il sommergibile Nazario Sauro e di 1 euro presso il Museo Nazionale dell’Antartide, la Biosfera e Dialogo nel Buio.

Dal 27 ottobre al 6 novembre, le strutture organizzano e ospitano laboratori, eventi speciali, mostre, conferenze attraverso cui i visitatori potranno approfondire le loro conoscenze scientifiche, sperimentare le loro capacità e vivere esperienze legate ai temi del mare, della natura, della scienza, della storia della navigazione e della cultura.

ACQUARIO DI GENOVA

L’Acquario di Genova propone i seguenti laboratori:

– Delfini e capodogli del nostro mare. I segni della presenza dei tursiopi e degli altri Cetacei nel Mar Ligure. Acquario e Università di Genova stanno studiando le abitudini dei Cetacei che si concentrano nel Mar Ligure e nel Santuario Pelagos, proprio per far sì che questi mammiferi continuino a popolare le nostre acque. I partecipanti vestono i panni dei ricercatori: analizzano immagini fotografiche e procedono alla foto-identificazione, per riconoscere i singoli esemplari tramite i suoni emessi ed i segni presenti sulle pinne dorsali e sulle code. Il laboratorio si svolge nell’ambito del Progetto Whalesafe, in collaborazione con l’Università di Genova, ed è cofinanziato dallo strumento finanziario Life+ della Commissione Europea.  

Rivolto ai ragazzi di 8-13 anni, si tiene nella Galleria Atlantide.

Orario: giorni feriali 9.30 – 11.30 – 13.30 – 15.30; week end e festivi 11.00 – 15.00

Ingresso con biglietto/abbonamento Festival della Scienza. Prenotazione obbligatoria per scuole e gruppi

– Mi insegni dove finiscono le plastiche? Microplastiche: segni durevoli nel futuro del mare

Attraverso esperienze pratiche, si comprende come si effettuino i monitoraggi e quali strumenti vengano utilizzati per quantificare la contaminazione. Con l’aiuto di microscopi lo sguardo verrà rivolto al micro mondo per individuare i segni che le plastiche lasciano sugli organismi marini e per comprendere come possano rappresentare una reale minaccia anche per l’uomo. Infine, ognuno di noi, potrà contribuire alla realizzazione di un’installazione artistica collettiva di forte impatto visivo per attirare l’attenzione verso una problematica alla quale, ancora, non prestiamo la giusta attenzione.

Il laboratorio, a cura di CNR – Istituto di Scienze Marine – Acquario di Genova – ARPAL – Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura – Università Politecnica delle Marche, si svolge nella Galleria Atlantide ed è dedicato ai ragazzi a partire dagli 8 anni

Orario: feriali (escluso 31 ottobre) 9.30 – 17.00; week end e festivi (31 ottobre compreso) 10.00 – 17.30

Ingresso con biglietto/abbonamento Festival della Scienza. Prenotazione obbligatoria per scuole e gruppi

In occasione del Festival della Scienza prende il via anche la nuova stagione dei Mercoledì scienza dell’Associazione Amici dell’Acquario con il ciclo di incontri “Tracce sul Pianeta” organizzato in collaborazione con l’Acquario e l’Università di Genova. Appuntamento il 2 novembre alle ore 17 presso l’Auditorium con “Buchi neri e onde gravitazionali” in compagnia di Enrico Beltrametti e Gianluca Gemme.

La partecipazione è libera fino ad esaurimento posti disponibili.

L’Auditorium dell’Acquario ospita inoltre:

– 28 ottobre, ore 16.30, il documentario “Nessuno mi troverà. La misteriosa sparizione di Ettore Majorana”.

Ettore Majorana, geniale fisico teorico siciliano e docente presso l’Istituto di Fisica dell’Università di Napoli, a soli trentuno anni scompare in circostanze misteriose il 25 marzo del 1938. Tra documentazione e immaginazione, indagando tra le pieghe più nascoste della vita e della personalità del giovane fisico, il documentario cerca di rispondere ai tanti quesiti ancora senza riposta dell’affaire Majorana. Ingresso con biglietto/abbonamento Festival, rivolto a un pubblico dai 14 anni.

– 3 novembre, ore 16.30, la conferenza “I segni della luce. L’esperimento cruciale di Foucault” 

Lucio Fregonese e Matteo Galli ripropongono l’esperimento di Foucault sfruttando in modo non convenzionale tecnologie ottiche, elettroniche e informatiche destinate ad altri impieghi, consentendo al pubblico di rivivere l’entusiasmante avventura scientifica di cui lo scienziato fu protagonista. Ingresso con biglietto/abbonamento Festival, rivolto a un pubblico dai 14 anni.

– 4 novembre, ore 18.00, l’incontro “Un oceano di microplastiche Come salvaguardare il futuro del mare” 

Un approfondimento su plastica e microplastiche, le nuove forme di inquinamento fino ad ora sottovalutate. L’evento, a cura di CNR – Istituto di Scienze Marine, in collaborazione con Università Politecnica delle Marche, ARPAL, Acquario di Genova, Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura è rivolto a un pubblico dai 14 anni.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili.
GALATA MUSEO DEL MARE

Il Galata Museo del Mare propone e ospita diversi laboratori. In particolare:

– “Panta rei… Un mare di segni. Tutto scorre lasciando un segno”

Muniti di lente di ingrandimento e grazie a un microscopio, ci avventureremo nel mondo dei segni, non sempre visibili ad occhio nudo, che il tempo e il mare lasciano sul legno o sulle vele e osserveremo mutazioni che in alcuni casi richiedono il rapido intervento dell’uomo. Il laboratorio, dai 6 anni in su, si svolge mercoledì – venerdì ore 10.00 – 18.00; sabato – martedì ore 10:00 – 19:00.

È organizzato da Università degli Studi di Genova – Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale, Mu.MA – Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni, in collaborazione con Associazione Promotori Musei del Mare Onlus

– “Anno Domini. Invenzioni e scoperte La scienza impressa nel tempo”

La storia dell’uomo è costellata di invenzioni e scoperte che, ognuna nella sua misura, hanno cambiato il corso dell’umanità o anche solo migliorato la vita di tutti i giorni. Si ripassano famose invenzioni e le vite di alcuni grandi scienziati, scoprendo di più sul metodo scientifico, sulla serendipità (ovvero la capacità di rilevare e interpretare correttamente un fenomeno scoperto in modo del tutto casuale) e sulla tecnologia, dall’invenzione della ruota alle onde gravitazionali. 

Laboratorio rivolto ai ragazzi da 11 a 19 anni, in orario 10.00 – 18.00

– “Delitto al Festival! I segni matematici in un’indagine scientifica!”

Il delitto di un famoso scienziato è il punto d’inizio di un appassionante gioco di squadra per scovare i segni celati dietro ad esperimenti fisici ed enigmi matematici, distinguere le prove utili da quelle fuorvianti e scovare l’assassino.

Il tutto districandosi tra gravità, magnetismo e calcolo delle probabilità.

Laboratorio dai 14 anni. Si svolge mercoledì – venerdì ore 10.00 – 18.00; sabato – martedì ore 10.00 – 19.00

– Diamoci una mossa! Laboratorio AIRC sull’attività fisica

Praticare un’attività sportiva o comunque muoversi a sufficienza è una necessità per mantenersi in buona salute. Impareremo a capire il valore dell’attività fisica, la differenza tra esercizio aerobico e anaerobico, il significato di IMC (Indice di massa corporea) e i rischi per la nostra salute. Tra quiz e prove, scopriremo i benefici per il nostro metabolismo energetico, la respirazione, e il sistema immunitario.

Il laboratorio, da 11 a 19 anni, si svolge mercoledì – venerdì ore 10.00 – 18.00; sabato – martedì ore 10.00 – 19.00.

Ingresso a tutti i laboratori con biglietto/abbonamento Festival della Scienza. Prenotazione obbligatoria per scuole e gruppi

Presso il Galata Museo del Mare è visitabile la mostra “Colori profondi del Mediterraneo. Fondali inesplorati del Mediterraneo” a cura di ISPRA – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

Il ROV (Remotely Operated Vehicle), un sofisticato robot filoguidato, in grado di navigare in prossimità del fondo marino fino ad altissime profondità, ha portato alla luce ambienti straordinari ed inattesi per la loro bellezza e ricchezza di specie marine, purtroppo deturpati dalla presenza di rifiuti e attrezzi da pesca abbandonati. Le esplorazioni condotte, in quasi 900 punti d’immersione lungo i mari italiani, hanno rilevato la presenza di veri e propri hotspot di biodiversità, caratterizzati dalle cosiddette foreste animali. 

È possibile visitare l’esposizione con il biglietto/abbonamento del Festival della Scienza dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 18.00, sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

Inoltre, ogni giorno, presso il Museo si svolgono incontri e conferenze, inclusi nel biglietto del Festival.

Il calendario completo degli incontri è disponibile sul sito www.festivaldellascienza.it

MUSEO DELL’ANTARTIDE

Il Museo Nazionale dell’Antartide propone i laboratorio “Segni glaciali in Antartide. Lo studio dei cambiamenti climatici grazie ai segni nel ghiaccio”.

Le regioni polari sono perfetti laboratori naturali per studiare i cambiamenti climatici e gli effetti del riscaldamento globale sul nostro pianeta. Grazie allo studio di carote di ghiaccio, sedimenti marini e DNA degli organismi antartici, i ricercatori hanno a disposizione un’ampia gamma di strumenti, sempre più precisi, per studiare le variazioni climatiche.

Il laboratorio, rivolto ai ragazzi da 11 a 19 anni, si svolge nei giorni 3 e 4 novembre alle ore 9.00 – 11.00 e 5 novembre alle ore 14.00 – 16.00.

Organizzato da Museo Nazionale dell’Antartide, Università degli Studi di Genova – Dipartimento di Scienze della Terra dell’Ambiente e della Vita, è compreso nel biglietto/abbonamento del Festival. La prenotazione è obbligatoria per scuole e gruppi.

Ufficio stampa Costa Edutainment

Tel. 010/2345.240-289-322 stampa@costaedutainment.it

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…