Dalla terra alla luce a Borgomaro

Venerdì 5 agosto alle 17 a Palazzo Doria di Borgomaro si apre la mostra dell’artista inglese Kevin Flynn. Nelle sale ristrutturate del Palazzo sono esposte le opere prodotte dall’artista a Borgomaro negli ultimi dieci anni. Le opere sono ispirate dalle tradizioni e dalla cultura del paese, in stretto rapporto con la natura, la vita e il lavoro delle persone di Borgomaro. Non a caso la mostra è intitolata Dalla terra alla luce.Un elenco infinito di materiali scartati, raccolti nelle cantine e nella terra: strumenti, ghiaia, cenere, attrezzature da vino o olio, qualunque cosa trovata che possa essere interessante. L’artista assembla i frammenti dimenticati dando loro voce e compone intere frasi per permettere finalmente che gli oggetti raccontino le loro vite passate. Le tracce dell’ uso non sono nascoste o eliminate, l’ artista con il suo personale e unico processo di trasformazione dei frammenti celebra e conserva la loro storia. Il ché consente allo spettatore di sperimentare l’autenticità e di unirsi all’artista nel celebrare con lui le tradizioni universali della gente di Borgomaro.

Nelle 11 sale della villa-palazzo costruita nel tipico stile ligure, Flynn porta terra, fuoco e cenere alla luce, meravigliosamente disposti in armonia sia con il palazzo che con il villaggio stesso; da non perdere la stanza del Sole dove le opere sono presentate in una sala circondata su tre lati da splendide vedute del villaggio.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…