Due giorni di suggestioni e sapori a Castelbianco e Alto

Una due giorni di gusto in Val Pennavaire, a Castelbianco, provincia di Savona e ad Alto, provincia di Cuneo. Due dei borghi più belli d’Italia che propongono due iniziative diverse ma egualmente interessanti. Peccato non potersi dividere!
CASTELBIANCO

Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre, in contemporanea con la 24 ore di arrampicata, Castelbianco organizza non una sagra ma, per la prima volta accanto alla cappella di Santa Lucia, nell’antico borgo di Colletta di Castelbianco, un suggestivo fine settimana al chiaro della luna e dei fuochi dei caldarrostai. “Un’esperienza intensa di sport a contatto con la natura accompagnati dai sapori tipici della cucina tradizionale ligure contadina con prodotti del territorio valorizzati dalle mani sapienti di chi crede che il passato non passi mai di moda”, dice Fausto Scola, chef innamorato della sua vallata e dei suoi gusti. Tra l’altro ci sarà il pane prodotto con lievito madre e il grano coltivato e macinato proprio a Castelbianco.


ALTO

Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre torna Castagnata e Fonduta con tartufo nero della Valle Pennavaire. Le cucine aprono sabato alle 19 e domenica dalle 12 (per tutto il giorno) con menù goloso: tagliatelle artigianali e polenta con sugo bianco, di cinghiale e ragù, cinghiale, capocollo e salsiccia. Non manca, ovviamente, l’accompagnamento musicale, balli latini, animazioni per bambini. Possibili visite guidate gratuite al Castello e al Parco dei conti Cepollini.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…