Escursione al menhir della Mezzaluna

Domenica 20 maggio escursione da Drego al Passo della Mezzaluna ed il menhir con Liguria Arte e Natura. Dalla Valle Argentina, prima di Molini di Triora, si svolta per il piccolo paese di Andagna. Da qui si prosegue in auto per raggiungere il punto di inizio del sentiero a piedi: Drego, terra di lavanda profumata e faticoso pascolo, sentiero di camosci e cielo di instancabili rapaci, sprona verso la vetta del monte Carmo dei Brocchi, mentre si passa in mezzo a folti noccioleti e praterie montane ora lussureggianti di viole, orchidee, globularie, ranuncoli.

 

L’escursione si svolge sotto le pendici del Carmo dei Brocchi, un monte dal nome simpatico tutto da scoprire. Molte emergenze si dispiegano ai suoi piedi: il versante sud, aspro e selvaggio tra le rocce dà rifugio ad una nutrita colonia di camosci, salendo si valica il Passo della Mezzaluna, dove il panorama è infinito. Crocevia importante lungo la “strada marenca”, antica via di collegamento con il mare, suggestiva e ricca di testimonianze storico-antropologiche. Vi si notano tracce di antichi insediamenti, antichi recinti in pietra per il bestiame, vecchie carbonaie. Infine, il sentiero sbuca dal bosco sopra la zona più suggestiva dell’escursione: un’ampia area semicircolare naturale a forma di anfiteatro, denominata localmente il “Sotto di San Lorenzo”. In alto, vicino al sentiero, si osserva una grossa pietra allungata infissa quasi verticalmente nel terreno, ritenuta un menhir, testimonianza di una tradizione megalitica protostorica. Scendendo poche centinaia di metri nell’ampio invaso, si trova ancora una grossa pietra tabulare, provvista sulla faccia superiore, ed in prossimità del lato a valle, di un foro a coppa ellissoidale, di circa 25-30 cm di larghezza, con un piccolo colatoio di lato. Varie interpretazioni esistono circa il suo antico utilizzo. Al ritorno ci immettiamo nel folto della magnifica faggeta di Rezzo, dalla storia millenaria, custode dei segreti transiti ululanti del lupo. Nel sottobosco si potranno ammirare cardamini, valeriane, viole, ribes, rose, ramni, campanule, maggiociondoli in fiore. Proseguendo si arriva al Passo Teglia (m. 1307), e da qui, proseguendo in discesa lungo la strada asfaltata, si raggiunge Drego.

Notizie Logistiche

Ritrovo: ore 8,10 ad Arma di Taggia davanti alla nuova stazione FS oppure alle ore 9,00 ad Andagna nell’ampia curva all’ingresso del paese davanti alla fontana (da qui si prosegue in auto per 4 km fino alla località Drego)

Difficoltà: E – Dislivello: 550 m in salita e discesa – Distanza km 11

Tempo di Percorrenza 4 ore + soste

QUOTA: 10 Euro a persona; abb. a più escursioni 8 euro; gratis fino a 18 anni

Notizie logistiche: spostamento con i propri mezzi, pranzo al sacco e borraccia – scarponcini con una buona suola – bastoncini

Info e prenotazioni : Liguria Arte Natura, guida escursionistica AIGAE Angela Rossignoli 338 4536788 angela.rossignoli@gmail.com 

 

 

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...