Escursioni sulle Alpi Liguri per avvistare i camosci

Domenica 4 giugno nel Parco delle Alpi Liguri giornata di avvistamento camosci nel Sic di Piancavallo. L’escursione guidata è a cura della Cooperativa di Comunità Brigì e la Pro Loco Mendatica nell’ambito della giornata europea dei parchi. Si tratta di una delle escursioni tipiche di questo periodo sulle Alpi Liguri, adatta ad un gruppo di camminatori vario, dai più esperti ai meno esperti, dai più giovani ai meno giovani. Si avrà l’opportunità di conoscere da vicino uno degli ambienti naturali più ricchi e suggestivi del Ponente Ligure, attraverso un’escursione guidata che condurrà all’avvistamento dei camosci.Il percorso si snoderà tra verdi crinali, pianori e ruscelli alla scoperta del SIC di Piancavallo, una delle aree protette a livello europeo ora inserita all’interno del Parco Regionale delle Alpi Liguri. Grazie alla propria vicinanza al mare, il sito è caratterizzato infatti da flora e fauna con caratteristiche allo stesso tempo alpine e mediterranee: dagli arbusti di mirtilli alla genziana, dai rododendri alle orchidee, dai faggi ai larici, sino alle innumerevoli specie di uccelli (picchio nero, fagiano di monte, aquila reale) e ai mammiferi, tra i quali il camoscio è considerato il principale abitatore. Proprio durante l’escursione sarà possibile, attraverso punti di avvistamento privilegiati e con adeguati strumenti ottici messi a disposizione dagli organizzatori, osservare alcuni esemplari di questa specie all’interno del loro habitat naturale, camminando a 1500 metri sul livello del mare con lo sguardo fra le montagne e il Mediterraneo.
Ritrovo: ore 9 area pic-nic Oasi Mariana del Tanarello (da Ponte di Nava bivio a sinistra in direzione Viozene, l’area pic-nic si trova al bivio sul Tanarello). Itinerario: Passo della Colletta – Bric Scravaglion – Colla Bassa di Piancavallo – Dova – Case Isola – Ponte Schiarante. Quota: € 10,00 (tesserati 2017 € 8,00). Pranzo al sacco a carico dei partecipanti. Richiesta la prenotazione: iat@mendatica.com – Tel. 338 3045512/0183 38489

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…