Frammenti dell’Eden nel cuore di Savona

Da venerdì 15 al 31 luglio allo Spazio Giardino di Piazza Monticello a Savona Estate alle antiche mura. Oltre alla mostra di ceramiche di Luciana Bertorelli, intitolata “Frammenti di terra dal giardino dell’Eden” il programma degli eventi è particolarmente ricco. Venerdì 15 luglio alle 18.30 inaugurazione della mostra con la presentazione a cura di Lorenza Rossi. All’inaugurazione performance: 1 a 1 sulle relazioni umane con Valeria Chiara Puppo e Simone Tositori, compagnia “Joujoux Folies”.

 Domenica 17 luglio alle 20.45 Le Antiche Mura di Savona Storia medievale con Carlo Varaldo che accompagna i visitatori in un suggestivo “viaggio nella storia delle antiche mura di Savona”

Giovedì 21 luglio alle 20.45 Questioni di storia Metodologia, a cura di Alessandro raso, con Lorenzo Cortesi che guiderà i partecipanti in un percorso relativo a “Questioni di storia”. 

Venerdì 22 luglio alle 20.45 Tra psicanalisi e filosofia Filosofia, con Piergiorgio Bianchi che accompagna in un percorso “tra psicanalisi e filosofia”. Presentazione di Daniele Alberi.

Sabato 23 luglio alle 21 giardini dell’Eden fra Sogno e Mito Teatro, performance di Francesca Giacardi, compagnia “I Cattivi Maestri” di Savona.

Domenica 24 luglio alle 20.45 Vissi d’arte, vissi d’amore Musica,con Andrea Piccardi che illustra il mondo di un mito: la voce assoluta di Maria Callas.

Venerdì 29 luglio alle 20.45 Letture e dialoghi Teatro, Graziella Mottola e Alessio Dalmazzone, trasmettono le emozioni di “letture e dialoghi”.
Questi i Frammenti di Terra dal Giardino dell’Eden, Pensieri liberi di Luciana Bertorelli sulla mostra presso le Antiche Mura: Il Giardino dell’Eden è il luogo in cui il Dio dei Cristiani creò tutti gli esseri viventi, tra cui Adamo ed Eva. L’idea di uno stato felice perduto e non più ritornato, l’incomparabile Paradiso, dimora degli Dei, prima patria degli uomini, la troviamo anche tra i seguaci di Buddha, di Brahma, degli Egizi ecc… CUSTODIRE IL CREATO , COLTIVARE L’UMANO.

E’ un mito ma anche una pratica: il ricordo ancestrale del tempo in cui l’uomo viveva immerso nella natura. E in fondo anche i grandi parchi cittadini di oggi nascono sempre dall’idea dell’URBS IN HORTO . E le architetture contemporanee riproducono il giardino pensile, con possibilità tecniche che l’antichità non aveva. Oggi la diffusione del genere umano è prepotente, aggressiva: la nostra stessa economia è una condanna. Guerre, carestie, immigrazione…bisogna imparare un’economia diversa, un tipo di energia diversa. All’Uomo l’Eden è affidato come un Giardino da custodire e coltivare. Dunque non sei padre e padrone della Terra, ma sei chiamato a servirla attraverso il tuo lavoro. Dentro l’idea di un giardino organizzato in cui l’Uomo ha un ruolo positivo, da protagonista. 

L’organizzazione della Rassegna è a cura della Società Operaia Cattolica” N.S.di Misericordia” di Savona.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…