Genova, Invasioni digitali a Granarolo e Forte Tenaglie

Domenica 23 aprile alle 14 trekking urbano a Genova dal titolo A spasso per Punti di vista e di partenza: Invasioni digitali al Forte “Tenaglie”. Appuntamento alle 13.45 al Capolinea della cremagliera Principe-Granarolo. Durata 3 ore, prezzo della visita euro 12, prezzo speciale riservato ai soci Coop o abbonamento AMT euro 10, bambini euro 6 + 2 euro da devolvere alla manutenzione del forte. Da portare biglietti AMT. Massimo 20 persone per l’itinerario in cremagliera oltre con mezzi propri fino a Granarolo.
“Punti di vista e di partenza” invade digitalmente il borgo di Granarolo e Forte “Tenaglie”. Per chiunque voglia far conoscere e valorizzare la bellezza della propria città questo è l’itinerario adatto. Presentati armato di smartphone, macchina fotografica e videocamera per condividere la tua passione e far conoscere, attraverso il web, la Genova nascosta. L’itinerario prevede la salita al borgo di Granarolo attraverso una delle più antiche cremagliere d’Italia, e proseguirà attraverso l’antico borgo contadino, luogo di villeggiatura di nobili famiglie genovesi (fra le quali Airolo, Lomellini, i Cambiaso) situato lungo la via medioevale che dall’antica porta di San Tomaso portava verso la Val Polcevera. Dal borgo antico, piccolo presepe vivente, che si snoda lungo una tipica “creuza” genovese, si gode di un’ampia vista sulla città da diversi punti panoramici: sia dal capolinea della Cremagliera, sia a fianco dell’antica chiesa di Santa Maria Assunta di Granarolo (Abbazia dei Montariensi). L’origine di quest’ultima risale al 1190-1192 e si deve ad un fervente devoto della Madonna di nome Bencio o Benizzo, le cui ossa riposano accanto alla struttura. Proseguendo per Salita Granarolo, si percorre via Bartolomeo Bianco costeggiando in parte le Mura Nuove, con destinazione Forte Tenaglia, edificato sulla Bastia di Promontorio nel 1633, come parte delle Mura Nuove. 

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…