I concerti di San Torpete a Palazzo Tursi

Appuntamento comune, quello di sabato 30 settembre a Genova, Palazzo Tursi, ore 17,30, tra le due importanti stagioni musicali genovesi, “I Concerti di San Torpete” e il Festival “Le Vie del Barocco”, unitesi insieme in questa occasione per produrre un concerto di notevole rilievo dedicato a due enormi figure della musica protagoniste di quel breve periodo di passaggio che portò dal “classicismo” al romanticismo: Beethoven e Schumann. Il concerto è realizzato grazie all’insostituibile sostegno di Regione Liguria, Comune di Genova, i suoi sponsor istituzionali, e della Compagnia di San Paolo nell’ambito dell’edizione 2017 del bando “Performing Arts”.Verranno eseguiti due capolavori assoluti della musica da camera, due straordinari trii per violino, violoncello e pianoforte: il Trio in mi bemolle maggiore op.1 n. 1 di Ludwig van Beethoven e il Trio n. 3 in sol minore op. 110 di Robert Schumann.

Sebbene il Trio di Beethoven, eseguito per la prima volta a Vienna nel 1795, sia un lavoro “giovanile”, il grande compositore tedesco si cimentava con due “mostri sacri” di quel genere di musica, Mozart e Haydn, ponendosi subito al loro altissimo livello e rivelandosi quasi improvvisamente quale un autore che aveva raggiunto un notevole grado di maturità e capace di importanti audacie, in grado di comporre opere piene di forza e di originalità. Nuova è la forma compositiva utilizzata (Beethoven introduce la forma dello Scherzo al posto del tradizionale Minuetto) ma soprattutto nuovi sono il rilievo dato agli strumenti ad arco e la scrittura pianistica fatta di muscolosa robustezza e di sonorità ampia, molto lontane dai residui clavicembalistici con cui si cimentavano altri compositori.

La seconda parte del programma propone un magnifico Trio di Schumann, splendido frutto della sua maturità composto nel 1852 in un periodo di fervida produzione musicale in cui il compositore scrisse altre importanti composizioni. Nel Trio Schumann espone temi di rara bellezza e liricità, attraversati da mutazioni armoniche e timbriche e da autentiche esplosioni musicali: una grande composizione colma di passione romantica, di inquietudine e mistero.

Protagonista dell’esecuzione di questi difficili brani è un trio di musicisti di notevole rinomanza nel panorama artistico italiano ed europeo, il Trio Metamorphosi composto da Mauro Loguercio (violino), Francesco Pepicelli (violoncello) e Angelo Pepicelli (pianoforte). Sorto nel 2015 come ulteriore prosecuzione della decennale attività del Trio Modigliani, composto dagli stessi musicisti, fin dal nuovo nome il Trio Metamorphosi vuole sottolineare la necessità di un processo continuo di cambiamento, così necessario in ambito artistico, e la continua crescita di un complesso cameristico mai schiavo dell’abitudine per creare prospettive di unicità in ogni performance. I tre musicisti vantano esperienze cameristiche di primissimo piano in collaborazione con artisti del calibro di Nikita Magaloff, Maria João Pires e Antonio Meneses, esibendosi in numerose fra le sale più prestigiose del mondo (Philharmonie di Berlino, Teatro alla Scala di Milano, Salle Gaveau di Parigi, Suntory Hall di Tokyo, Carnegie Hall di New York ecc.).

L’ingresso è libero.
Per informazioni:

I Concerti di San Torpete: 334 3438453, 0102468777

info@concertidisantorpete.com – www.concertidisantorpete.com  
Festival Internazionale Le Vie del Barocco: 0108603597 – 335/6314095

info@collegiumpromusica.com – www.collegiumpromusica.com

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…