I tartufi di Alba ad Albenga

Un gemellaggio nel nome della comune radice morfologica e del gusto: sino al primo gennaio, infatti, Albenga, piazza IV Novembre, ospita i tartufai di Alba, capitale dell’odoroso e prezioso tubero. Sarà possibile acquistare il famoso tartufo d’Alba oltre a prodotti tipici regionali. Un’occasione per conoscere e provare sapori e gusti della tradizione di Langa. Per la gioia dei bambini, tutti i pomeriggi, sino al 31 dicembre, alle 16.30 due cagnolini simuleranno la ricerca del tartufo nell’aiuola di Largo Doria. Non tutti lo sanno ma il tartufo è presente, anche in maniera cospicua, ad Albenga. AL monte, versante di San Fedele, si possono addirittura trovare i tartufi bianchi mentre sul versante verso il mare, sino al Pisciavino, abbonda lo scorzone, il tartufo nero, meno pregiato perchè con meno profumo ma molto buono. Si narra (in effetti è scritto) che durante i lavori per la costruzione della via Julia Augusta i soldati romani che scavavano la strada trovassero abbastanza tartufi neri (una prelibatezza anche all’epoca) con cui sfamarsi.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…