I vini liguri sfidano la Svizzera

Otto eccellenze del mondo del vino ligure (con uno sconfinamento all’Apuano) in trasferta a Lugano per una sfida all’insegna del gusto. Una sfida che si svolge martedì 18 ottobre al Lac, il museo di arte moderna di Lugano, dove gli otto produttori liguri affronteranno altrettanti colleghi svizzeri nel Wine champions, la disfida enologica organizzata dalla Regione Liguria per la promozione delle produzioni vitivinicole liguri sul mercato elvetico. Nella prestigiosa cornice del Lac affacciato sul lago di Lugano, una platea specializzata composta da importatori, sommelier, produttori e giornalisti di settore eleggeranno i vincitori della disfida, con degustazioni ‘alla cieca’ di 8 etichette liguri e altrettante svizzere. «È un’opportunità di promozione importante che abbiamo deciso di organizzare per spingere le nostre produzioni su un mercato extra Ue come quello svizzero che riteniamo strategico per le nostre aziende medio piccole che producono eccellenze» ha spiegato l’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai che martedì accompagnerà la delegazione ligure assieme ad Antonio Ornano, il comico spezzino-genovese che farà da padrino alla delegazione ligure. Il Wine champions è stato preceduto, a luglio, da un evento enogastronomico a Villa Sassa a Lugano che ha permesso l’incontro tra produttori liguri e operatori del settore elvetici. Per una settimana, i ristoranti della regione svizzera hanno inserito nei propri menù piatti tipici liguri accompagnati, ovviamente, da vini liguri. «Ed è stata una esperienza positiva, in grado di portare benefici al nostro turismo e alla nostra produzione vinicola. Molti ristoranti hanno mantenuto i nostri piatti nel menù per tutta l’estate», commenta ancora Mai. A fare da padrino ai vini svizzeri sarà Paolo Basso, sommelier italo-svizzero miglior sommelier del mondo nel 2013.

“Poter confrontarsi con altre realtà in un contesto di così grande prestigio culturale e artistico è una grande opportunità di crescita per le nostre aziende e di riconoscimento per il faticoso lavoro svolto sul territorio. Come già in altre occasioni non abbiamo timore di metterci in gioco, siamo sicuri della qualità delle produzioni liguri e poi, vinca il migliore”, afferma Federico Ricci, presidente dell’Enoteca Regionale della Liguria, ideatore della disfida.

A rappresentare la produzione ligure e apuana saranno: la cooperativa viticoltori ingauni di Ortovero (Savona) con l’etichetta Riviera ligure Ponente Dop Pigato Anni di Vini 2015; l’ Azienda Agricola Innocenzo Turco da Quiliano (Savona) con l’etichetta Riviera Ligure di Ponente DOP Granaccia 2015; l’azienda agricola I Pilastri di Fosdinovo (Massa Carrara) con il Vermentino Colli di Luni DOP I Pilastri 2015; l’azienda agricola Poggio dei Gorleri di Diano Marina (Imperia) con l’etichetta Riviera Ligure di Ponente DOP Pigato Albium 2014; l’azienda agricola Rossana Ruffini da Bolano (La Spezia) con l’etichetta Vermentino Colli di Luni DOP Portolano 2015; l’azienda agricola Terra della Luna di Ortonovo (La Spezia) con l’etichetta Liguria di Levante IGP Vignali di Luna 2013; la Tenuta Maffone da Pieve di Teco (Imperia) con l’Ormeasco di Pornassio Superiore DOP 2014; l’azienda agricola Valdiscalve di Bonassola (La Spezia) con l’etichetta Colline di Levanto Bianco DOP Vermentino Costa di Macinara 2015.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…