Il “Folletto del Pesto” a Laigueglia per candidare il Pesto a patrimonio mondiale dell’umanità Unesco

Prosegue il nostro viaggio tra Enti e Comuni che aderiscono al progetto della Regione Liguria a sostegno della candidatura  del Pesto Genovese al Mortaio come patrimonio mondiale immateriale dell’Unesco, che avrà il suo culmine domenica 18 marzo. Anche Laigueglia aderisce, e lo farà con il “Folletto del Pesto”, quel Marco Gagliolo che da anni gira con una batteria di mortai di marmo e pestelli per insegnare a grandi e piccoli a fare il pesto. Domenica a Laigueglia sarà Piazza Cavour il palcoscenico naturale delle iniziative, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 17.

Ad organizzare l’evento sarà il Comune di Laigueglia in collaborazione con l’Associazione Creuza de Ma di Andora e le Associazioni laiguegliesi: Pro Loco, Mare e Mestieri e QuiLaiguelia.  “Sarà una giornata di festa nel nome di sua maestà il Pesto, con l’impiego di un originale green carpet per promuovere il basilico e tutto quello che questo meraviglioso prodotto rappresenta per la nostra bella ed unica Liguria”, spiegano in Comune.

La giornata, interamente dedicata al pesto e alle sue peculiarità nella dieta mediterranea, vedrà la scuola del pesto al mortaio dedicata a grandi e piccini con una degustazione da non perdere, con l’esposizione del “Baxeico Carpet”, ovvero un green carpet ispirato al tema del basilico che esalta sapori, cultura e tradizione della Liguria. Il Carpet ideato da Marco Gagliolo dell’Associazione Creuza de Ma di Andora, farà la sua prima uscita pubblica proprio a Laigueglia in questa importante occasione. Sempre in Piazza Cavour verrà riproposto in chiave originale anche il tradizionale gioco della Campana, in un divertente momento di aggregazione. Prevista infine una mostra multimediale presso la ex Delegazione di Spiaggia dove si potranno vedere e leggere: immagini, ricette e racconti della tradizione ligure legate al pesto.

Saranno messi a disposizione i mortai per chi desidera partecipare alla Scuola del Pesto e sarà anche possibile firmare la petizione regionale a sostegno della candidatura del Pesto al Mortaio quale Patrimonio mondiale dell’Unesco.

 

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...