Imperia ricorda Ligustro

L’amico Claudio Almanzi, grande esperto d’arte, ci racconta oggi l’arte di Ligustro, artista imperiese. E proprio Imperia lo ricorda dedicandogli una giornata. Ecco il testo di Almanzi.

Si svolgerà giovedì 24 novembre ad Imperia la giornata intitolata: “Il ricercatore di arcobaleni”, dedicata al celebre artista Ligustro. Dalle 10 alle 17, alla Biblioteca “Leonardo Lagorio” in piazza De Amicis, inizieranno le visite guidate alla Sala Ligustro. Alle 17 nella Sala convegni si terrà il ricordo del maestro con una serie di interventi il primo dei quali sarà tenuto da Francesco Berio, figlio dell’artista, che illustrerà come le opere di Ligustro abbiano contribuito attivamente ai festeggiamenti per il 150° anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Giappone. Seguiranno gli interventi di Hellory, Fulvio Ioan, Umberto Padovani e Monica Ramò. Nel corso della giornata dedicata al maestro verranno esposte opere originali di Ligustro e dei suoi allievi. Alle 15 verrà aperta anche la mostra degli origami di Franco Pavarin e sarà presentato il suo libro “Manuale dell’architetto origamista”.

Giovanni Berio, che è mancato l’ 11 dicembre 2015, ad Imperia, a 91 anni, ha donato alla Biblioteca del Comune di Imperia la sua preziosa collezione di oltre quattromila legni incisi e di più di duemila libri d’ arte. Artista di fama mondiale, autodidatta prodigioso, era conosciuto da tutti con lo pseudonimo di Ligustro. Considerato uno dei più noti artisti italiani al mondo, viveva e lavorava instancabilmente ad Imperia, dove era nato nel 1924. Dal 1986 si era dedicato esclusivamente allo studio e alla pratica della xilografia policroma giapponese e delle sue tecniche “Nishiki-E” in uso nel Periodo Edo, con la quale realizzava bellissimi esemplari stampati a mano con antichi metodi artigianali su preziose carte prodotte ancora oggi in Giappone. Il patrimonio culturale ed artistico che Ligustro ha lasciato non è andato perduto. La famiglia Berio ed il grande e generoso maestro infatti, donandolo alla biblioteca civica imperiese, lo hanno messo a disposizione dei giovani, degli studenti, degli studiosi e dei ricercatori.                                                                                                                                              

                                                                  Claudio Almanzi

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…