Istituti Alberghieri in gara a Taggia

Claudio Porchia, che i nostri lettori ormai conoscono per i suoi interventi puntuali sull’enogastronomia, la cultura delle eccellenze, la tradizione ligure, ci propone oggi una anticipazione che metterà a confronto gli istituti alberghieri italiani a Sanremo e Taggia.

 

Fervono i preparativi per la “Gara nazionale degli Istituti Alberghieri”, che si svolgerà dal 7 all’11 maggio a Sanremo e Taggia. All’importante appuntamento annuale, promosso dal ministero dell’Istruzione, parteciperanno delegazioni di tutti gli alberghieri italiani, per un totale di 250/300 studenti con i loro accompagnatori. Il regolamento prevede che i vincitori della gara organizzino l’edizione successiva.  L’anno scorso il concorso era stato vinto proprio dall’Istituto Ruffini di Arma di Taggia grazie all’alunna Nicole Di Michele che ha vinto sia nella parte progettuale, con la stesura commentata di un menu per una persona con particolari esigenze dietetiche, sia nella prova pratica con la realizzazione di un piatto unico vegetariano.

L’Istituto Alberghiero di Arma di Taggia vanta una lunga tradizione di presenza, con ottimi risultati nelle precedenti edizioni: – nell’anno scolastico 2015/16 infatti l’alunno Andrea Guardiani è arrivato terzo nel settore cucina a Dronero  mentre nel 2013/2014 l’alunno Oscar Martinelli è arrivato secondo sempre nel settore cucina nell’edizione di Verona; e ancora nel  2011/2012 l’alunno Marco Ruffino ha ampiamente meritato il primo posto di cucina nell’edizione di Roma Tor Carbone, regalando alla scuola la squisita responsabilità di organizzare la gara del 2012/2013.

 

Spiega il dirigente scolastico Giuseppe Monticone: “il nostro istituto è lieto, orgoglioso e onorato di organizzare per quest’anno 2018 questo prestigioso concorso nazionale. Dopo la suggestiva e formativa esperienza vissuta con il concorso organizzato per l’anno 2013, oggi abbiamo l’opportunità di accogliere nuovamente nel nostro Istituto questa manifestazione, che tende a mettere in mostra le eccellenze dei giovani allievi partecipanti, i frutti dei loro percorsi professionali, il loro fervido patrimonio culturale. Gli ospiti provenienti da tutte le regioni avranno sicuramente l’occasione di ammirare non solo la funzionalità delle strutture ricettive presenti sul territorio, ma anche l’opportunità di visitare un paesaggio di straordinaria bellezza, di avvicinarsi ad opere artistiche di fascinosa meraviglia, di saggiare alcuni dei più tipici prodotti del nostro territorio.”

 

Il dirigente scolastico, i docenti, il direttore amministrativo e i suoi collaboratori, il personale ata e gli operatori scolastici sono pronti a fornire piena disponibilità affinché durante il soggiorno i docenti e gli allievi ospiti possano trovare accoglienza e cordialità.

Durante i giorni della gara, verranno anche organizzati convegni e momenti di incontro e gli ospiti verranno guidati alla scoperta del territorio con visite ed escursioni.

 

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...