Jovanotti recluta ad Albenga: e oggi compie 50 anni…Auguri

Cinquant’anni sono un bel traguardo, soprattutto se a compierli è uno dei miti del pop italiano, anche quello impegnato, e suona un po’ ironico se a festeggiare è uno conosciuto con il nome di Jovanotti. Cosa c’entra il rapper, il cantautore, il guru di svariate generazioni con Liguria & Dintorni? C’entra, c’entra. Il 20 dicembre 1988, infatti, il già famoso Lorenzo Cherubini (sgombero subito il campo, all’epoca non mi piaceva proprio, ne lui ne le sue pose, tipo quella di mettere sul basco il la stella a tre punte della Mercedes, tutte le 190 non avevano più il marchio sul cofano, poi con il passare del tempo e della sua maturità ho cambiato idea, del resto come si può non amare un verso che dive “La vertigine non è paura di cadere ma voglia di volare”?) entrava nella caserma Turinetto di Albenga, recluta del Battaglione di fanteria Puglie. Sul palazzo del Comune e in diverso muri del centro storico apparve la scritta “Jovanotti, l’aids della musica”. Erano altri anni, di aids si moriva. Ovviamente Jovanotti non era l’hiv della musica ma tant’è…Chi scrive, allora cronista di provincia, riuscì a procurarsi un appuntamento telefonico per una intervista. Non c’erano i cellulari, sarebbero arrivati solo due anni dopo con i Mondiali di calcio di Italia ’90, e parlare con qualcuno era una vera e propria impresa. Appuntamento convenuto alle 21, eravamo già a gennaio, telefonando ad un numero di Albenga, un appartamento che era diventato base operativa per lo staff del giovane artista che già godeva di una buona fama per essere una voce di Radio DeeJeey (epoca Cecchetto) e un volto di Canale 5. Da una cabina telefonica di Borghetto Santo Spirito telefonai al numero. Mi rispose una voce squillante, con la S sibilante e una simpatia che usciva dalla cornetta. Mi raccontò di come fosse stato accolto bene alla Turinetto, di come la vita da burba non fosse poi così male e di fare ogni giorno le cose normali per una recluta: alzabandiera, tiri, esercitazioni, mensa, libera uscita (che per lui voleva dire lavoro), attesa di finire il Car per essere trasferito in una caserma milanese. Della vita militare ad Albenga rimane una canzone, Asso, colonna sonora di Classe di ferro, trasmissione di Canale 5. Auguri Lorenzo Cherubini, ex Jovanotto…

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…