Keoma, il western che sa di Liguria

Domenica 24 luglio, a Borgo d’Oneglia, meglio andarci con Colt e Winchester (rigorosamente giocattoli) perchè si ritorna al vecchio, caro West. Dalle 18, infatti, per la rassegna che Imperia e San Lorenzo (grazie all’associazione Proxima) dedicano alla cultura della Frontiera, è in programma Emporio, danze e bisbocce, una vera e propria cittadina di frontiera con un mercatino con animali, artigianato, locandine e gadget cinematografici, mostra fotografica dedicata al West.Alle 19 Marco Frassinelli e Umberto Sisia anticiperanno i contenuti della mostra che sarà inaugurata lunedì 25 a Santo Stefano al Mare, presentandone il catalogo illustrato “Sei nel west, amigo! Vendi il pennello e procurati una colt…”, poi aperitivo Tex-Mex e danze country con “Old Wild West – Country Western Dance”.

La domenica si concluderà alle 21 al Circolo Borgo d’Oneglia dove verrà proiettato uno dei più bei film del western all’Italiana, quello che secondo gli esperti può essere considerato il capitolo conclusivo della stagione d’oro dello “spagehetti Western”: “Keoma” (1976). La regia è di Enzo G. Castellari e cast di grande spessore con Franco Nero, Woody Strode e William Berger. Sceneggiatura del genovese Luigi Montefiori.

La trama. Keoma è un pistolero meticcio con sangue indiano, di ritorno al paese natio al termine della Guerra di Secessione. Arrivato a casa non troverà la pace sperata ma una città distrutta dalla peste e dai soprusi di uno spietato Capitano. Keoma dovrà così combattere di nuovo, ma questa volta anche contro il suo stesso sangue.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…