La geologia delle Alpi Liguri nei trekking di fine estate

Fino al 10 settembre il Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri, in collaborazione con le Associazioni e le guide escursionistiche della provincia di Imperia, propone un calendario di escursioni gratuite alla scoperta di alcuni fra i paesaggi geologici più emozionanti delle Alpi del Mediterraneo, nel territorio candidato ad essere inserito fra i luoghi Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Le escursioni, organizzate dal Parco Alpi Liguri grazie al Progetto Regionale Green&Blue, saranno un’ottima occasione per iniziare a conoscere, da un diverso punto di vista, il patrimonio naturale delle nostre valli alpine. Qui, la storia geologica dei luoghi ha fortemente caratterizzato l’ambiente e il paesaggio, condizionando anche la presenza dell’uomo.Sabato 19 agosto la guida Angela Rossignoli sarà in Val Nervia, fra il Monte Abellio e il Monte Colombin; domenica 20 agosto Federica Sibilla ci accompagnerà nella verde Valle della Giara, fra il Bosco di Rezzo e il Passo della Mezzaluna. Le uscite sono gratuite e aperte a tutti.

Sempre sabato 19 agosto la Guida Ambientale Escursionistica Angela Rossignoli condurrà alla scoperta della geologia della Val Nervia, sui sentieri che offrono viste panoramiche sul Monte Abellio e il Monte Colombin da Airole a Case Fasceo.

L’escursione inizierà nella piazza della chiesa parrocchiale del borgo di Airole, sviluppandosi lungo la bella mulattiera in netta salita che tra magnifici oliveti conduce alla zona del Colletto, punto panoramico sulla Val Roia. Si proseguirà su un pendio più dolce lungo il sentiero che attraversa zone a bosco alternate a macchia mediterranea e più avanti ci si immergerà in un’estesa pineta che raggiungerà la strada in Località Collapiana, in prossimità di Case Fasceo.

Da questo punto privilegiato si ammireranno le cime che separano la Val Roia dalla Val Nervia, il Monte Abelliotto, il Monte Abellio e il Monte Colombin, con i loro affioramenti rocciosi frutto delle varie fasi geologiche.

Dopo il pranzo al sacco è prevista una visita dell’Azienda agricola ‘A Trincea’, un immenso anfiteatro naturale dove sono stati realizzati almeno 25.000 metri lineari di fasce, recuperati quasi 2.000 alberi di olive taggiasche e messe a dimora 35.000 piante autoctone di vite, per dare origine all’ormai famoso vino Roccese. Dopo la visita, il ritorno si svolgerà sul medesimo sentiero dell’andata.

Ritrovo: ore 9:00 Ad Airole, piazza della Chiesa.

Durata: 4 ore + visita azienda – Dislivello: 550 metri circa – Difficoltà: E

Equipaggiamento consigliato: scarponcini da trekking, pantaloni lunghi, giacca a vento, acqua, pranzo al sacco. Si consiglia l’uso di bastoncini da trekking.

Partecipazione gratuita.

Info e prenotazioni: Angela Rossignoli – Tel. 388 4536788

Domenica 20 agosto la Guida Ambientale Escursionistica Federica Sibilla proporrà un’escursione dal sapore fiabesco, che ripercorrerà un tratto dell’antica Via Marenca, il percorso di crinale che collegava le valli costiere con gli alpeggi delle Alpi Liguri sino a raggiungere la pianura piemontese.

Inizialmente si percorrerà il versante ovest del crinale, che condurrà i partecipanti sulla cima del Carmo dei Brocchi, da dove si potrà ammirare un panorama mozzafiato che spazierà dal mare ai 3.143 metri del Monte Gelas nelle Alpi Marittime: in un batter di ciglia si potrà cogliere l’importanza della candidatura del territorio transfrontaliero “Alpi del Mediterraneo” a patrimonio mondiale UNESCO. Tornando sui medesimi passi, si arriverà al Passo della Mezzaluna, per poi rientrare attraverso il Sotto di San Lorenzo e il magico Bosco di Rezzo.

Ritrovo: ore 9:30 a Passo Teglia

Durata: 5 ore – Dislivello: 250 metri circa – Difficoltà: E

Equipaggiamento consigliato: scarponcini da trekking, pantaloni lunghi, t-shirt, pile, giacca a vento, acqua, pranzo al sacco.

Partecipazione gratuita.

Info e prenotazioni: prenotazione obbligatoria entro le ore 19:00 di sabato 19 agosto – Federica Sibilla – Tel. 388 3495736 – federica@ponentexperience.it

Ecco tutte le uscite successive:

AGOSTO

Sabato 26: Val Tanarello e Tana Cornarea (Marina Pissarello – Tel. 347 1107301 – marina.pissarello@gmail.com)

Domenica 27: Sentiero dei Flysch (Realdo-Collardente) (Giampiero De Zanet – 339 1183146 – g.dezanet@tiscali.it)

SETTEMBRE

Sabato 2: Passo Muratone-Pigna (Matteo Serafini – Tel. 333 6853041 – teos.teos@libero.it)

Domenica 3: Monte Grammondo (Mara Pedrazzi – Tel. 333 5824314 – nordic.golfodianese@gmail.com)

Sabato 9: Monte Gerbonte-Cima Marta (Giampiero De Zanet – Tel. 339 1183146 – g.dezanet@tiscali.it)

Sabato 9: Rocchetta Nervina-Monte Terca (Marco Macchi – Tel. 338 1375423 – info@liguriadascoprire.it)

Domenica 10: Piancavallo (Marco Rosso – Tel. 338 7718703 – info@attraversolealpiliguri.eu)

Domenica 10: Viozene-Grotta delle Vene-Gola delle Fascette (Marina Pissarello – Tel. 347 1107301 – marina.pissarello@gmail.com)

LA CANDIDATURA UNESCO–PER SAPERNE DI PIU’

Il primo deposito dell’istanza di candidatura e inserimento nella lista indicativa dei beni naturali UNESCO è avvenuto nel maggio 2013, con la scelta di tre criteri per l’individuazione del Valore Universale Eccezionale (due biologici, uno geologico).

Nel maggio 2016 si è deciso di proseguire nella redazione del Dossier per la dimostrazione del Valore Universale Eccezionale del territorio transfrontaliero delle “Alpi del Mediterraneo” utilizzando unicamente il criterio geologico (VIII).

Nel gennaio 2017 si ha una nuova registrazione nella lista indicativa (tentative list) della candidatura a tre Stati (Italia, Francia e Principato di Monaco) relativa al solo criterio VIII, geologico.

Le 8 zone che insieme compongono il sito seriale (cioè non continuo) chiamato appunto “Le Alpi del Mediterraneo” sono ricomprese in territori già sottoposti a protezione dal punto di vista naturalistico.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…