La Missa In illo tempore di Monteverdi al Ducale

Con la magica coralità della Missa “In illo Tempore” di Claudio Monteverdi, un capolavoro assoluto della produzione musicale sacra nella scrittura rinascimentale, torna la rassegna concertistica ‘La Voce e il Tempo’. Protagonista, l’Ensemble Biscantores diretto da Luca Colombo. Tra i componenti del gruppo, alcuni dei nomi più interessanti nel panorama attuale del repertorio antico: le voci di Francesca Cassinari, Vera Milani, Elena Carzaniga, Roberto Rilievi, Maximiliano Baños, Marco Saccardin con Luciana Elizondo, viola da gamba, e Gianluca Viglizzo, organo. Luca Colombo, fondatore e direttore, affianca all’attività artistica quella di ricerca e trascrizione. I Biscantores sono un esempio di alta preparazione e grande duttilità.

 

L’appuntamento è all’interno di un ciclo di eventi dedicato a Claudio Monteverdi (1547/1643), nel 450° anniversario della nascita, con la collaborazione di Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura. “Monteverdi è un nostro contemporaneo.” – dichiarano Paola Cialdella e Vera Marenco, direttrici artistiche della stagione La Voce e il Tempo che ospita l’iniziativa – “Questo è il pensiero che vogliamo condividere con chi seguirà le nostre proposte, per vivere la musica antica come un linguaggio ad un tempo arcaico e mobile, inesauribile e sempre attuale, la ricerca continua e la scoperta di una cultura che ci appartiene”. La Sala del Minor Consiglio di Palazzo Ducale è la cornice scelta per l’omaggio a Monteverdi.

Domenica 19 novembre, ore 17.30 – Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio, Genova (Ingresso € 8/€ 5)

 

Programma

Domine ne in furore tuo

Kyrie

Gloria

Adoramus te Christe

Credo

Cantate Domino

Sanctus

Agnus

Litanie della Beata Vergine

L’ensemble

Ensemble Biscantores Nato per volontà di Luca Colombo, è formato da giovani cantori che hanno maturato la loro formazione vocale in differenti e prestigiose realtà corali italiane ed estere. L’alta preparazione e la grande duttilità musicale dei componenti permettono al gruppo di presentarsi in differenti organici: dall’ensemble madrigalistico al coro da camera, prediligendo un repertorio tardo rinascimentale e barocco. L’amore per la polifonia e il piacere di studiare pagine d’indiscussa bellezza si uniscono al desiderio di eseguire un repertorio filologicamente più rispondente alla prassi esecutiva del tempo e di riscoprire materiale inedito di autori poco valorizzati nel panorama musicale odierno. In particolare, negli ultimi anni, lo studio si è rivolto principalmente alla corte mantovana dei Gonzaga e alla liturgia propria della Basilica Palatina di Santa Barbara. A questo proposito l’ensemble ha presentato vari programmi, che hanno raccolto grandi consensi di pubblico e critica, con musiche, spesso inedite, di compositori universalmente riconosciuti e autori meno noti, che hanno contribuito a rendere la corte di Mantova una delle più floride corti europee. In particolare l’ensemble si è esibito nella prestigiosa cornice di “Villa I Tatti” a Firenze sede di The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies, ottenendo un entusiastico consenso. L’ensemble, nelle sue varie formazioni, si è presentato in numerosi e prestigiosi festival italiani e internazionali riscontrando un ottimo successo e critiche molto positive.

 

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…