La musica occitana dei Lou Dalfin a Loano

Sabato 7 gennaio si rinnova il gemellaggio tra Loano e la cultura musicale delle Valli Occitane. A fare da ambasciatore dell’iniziativa “Le danze Occitane scendono al mare”, il gruppo più rappresentativo del genere: i Lou Dalfin. Già vincitori della Targa Tenco, i Lou Dalfin regaleranno agli appassionati di danza un grande pomeriggio di musica e ballo.
La festa “Racconti d’inverno”, organizzata dall’Associazione Compagnia dei Curiosi con il contributo dell’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano e in collaborazione con l’Associazione Bala in riva a u ma, prenderà il via alle 16 in piazza Italia. I Lou Dalfin cantano nella tradizionale lingua “d’Oc” e portano la cultura occitana in giro per il mondo. Sono più che un semplice gruppo musicale della parte Occitana del Piemonte: la band fondata da Sergio Berardo è diventata un fenomeno di costume che ha reso la musica occitana contemporanea, facendola uscire dai ristretti circoli di appassionati. Il progetto Lou Dalfin è stato un anello di congiunzione tra realtà diverse: la pianura piemontese e l’Italia da una parte, le vallate e l’area transalpina dall’altra. I Lou Dalfin sono stati capaci di restituire alle valli d’Oc la loro funzione storica e tradizionale di essere ponte. La band con 34 anni di carriera alle spalle si esibirà a suon di folk rock per quello che sarà un lungo e imperdibile pomeriggio da ballare. In occasione del concerto i Lou Dalfin presenteranno alcuni brani del nuovo album “Musica endemica”, un itinerario fatto di musica, storie, emozioni, ricordi, fantasia che si mescolano, sempre in sintonia con la voglia di ballare del popolo di fans che segue la band e con lo spirito punk folk con cui i Lou Dalfin si muovono da sempre. 
Sul palco, accanto al poliedrico leader di Lou Dalfin Sergio Berardo (voce, ghironda, organetto, flauti), ci saranno Ricky Serra (batteria), Dino Tron (fisarmonica, organetto, cornamusa), Enrico Gosmar (chitarra), Carlo Revello (basso), Mario Poletti (mandolino, bouzouki, banjo), Chiara Cesano (violino).

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…