A La Spezia si commemora la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

Martedì 31 ottobre 2017 a La Spezia, dalle ore 10.00 presso il Teatro Civico, si terrà la commemorazione della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. L’evento vedrà l’intervento, fra gli altri, del Colonnello degli Alpini Marco Fronti di Albenga, in qualità di conferenziere.

Il programma degli interventi sarà il seguente:

  • ore 10.00
    inizio con proiezione di uno spot sulle Forze Armate italiane;
  • a seguire, il saluto introduttivo del CF Giampaolo Trucco;
  • ore 10.25
    conferenza del Prof. Marco Gemignani sulla partecipazione italiana alla Prima Grande Guerra (cause scatenanti della guerra, novità belliche, intervento dell’Italia, sintesi delle operazioni navali in Adriatico con particolare riferimento ai MAS e ai mezzi d’assalto, sintesi delle operazioni terrestri e aeree, battaglia di Vittorio Veneto e completamento dell’Unità d’Italia);
  • ore 10.55
    brevi interventi di quattro ufficiali delle Forze Armate italiane per spiegare le loro attività attuali;
  • per chiudere, un breve concerto della Banda Dipartimentale MM con esecuzione anche dell’Inno Nazionale di Goffredo Mameli.

Il Colonnello Marco Fronti

L’evento è prevalentemente orientato ai giovani e pertanto la platea sarà costituita in gran parte da studenti delle scuole spezzine, di ogni ordine e grado, ed il numero di quanti interverranno si prevede sarà cospicuo, stimabile in parecchie centinaia di presenze.

LiguriaEDintorni.it tiene ad evidenziare il gesto, non solo simbolico, di un concittadino del nostro comprensorio ponentino.

Domani infatti il Colonnello Fronti, in servizio a Genova presso il Comando Militare Esercito “Liguria” (ove resterà ancora per poche ore), vuole “chiudere in bellezza” la sua carriera militare, lanciando un forte messaggio ai giovani interlocutori, dal quale si possa evincere l’importanza del proprio ruolo all’interno dell’attuale società civile.

Per essendo quindi sulla soglia della pensione, l’alto ufficiale ha voluto presenziare alla conferenza e fornire il proprio contributo di una vita militare trascorsa in aiuto del prossimo, del vessato, del più debole…

Una sorta di “regalo” che Marco Fronti, persona aperta e disponibile, oltre che generosa ed altruista, ha voluto lasciare in eredità alle “nuove leve”.