Laigueglia, i bagni Capo Mele premiati da Legambiente

Ci sono anche i bagni Capo Mele di Laigueglia tra i vincitori dell’Oscar Ecoturismo 2017, il riconoscimento assegnato a Firenze giovedì primo dicembre da Legambiente alle strutture turistiche italiane che si sono distinte per i progetti di sostenibilità ambientale. I bagni Capo Mele e il suo proprietario, l’artista torinese Livio Lovisone, sono stati premiati come Amici del Clima per il progetto di realizzazione di un impianto a fonti rinnovabili che, attraverso il recupero dell’acqua marina, offrirà alla struttura una risorsa energetica sostenibile. La decisione di costruire l’impianto rientra nel progetto ecologico di Lovisone, artista, architetto, botanico, per lo sviluppo della sua attività di ricezione turistica. Già da alcuni anni Lovisone dà vita a opere di artigianato artistico con l’utilizzo degli stracqui, i detriti abbandonati sulle spiagge dalle mareggiate.I legnami «regalati» dal mare hanno caratteristiche uniche perché vengono consumati e sbiancati dalla lunga permanenza nell’acqua marina e nel sale. Una volta sulla spiaggia sono accuratamente selezionati uno per uno da Lovisone che li lavora, li assembla e li trasforma, per dar loro una nuova vita. Perdono quindi definitivamente il loro status di rifiuti per diventare, a tutti gli effetti, opere di arte contemporanea.Accanto agli aspetti puramente culturali e artistici, le creazioni di Lovisone hanno una valenza fortemente sociale ed ecologica. L’obiettivo del Progetto, infatti, è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sui danni apportati alla costa e alle strutture turistiche del territorio dai detriti scagliati con violenza dalle grandi mareggiate (ultima in ordine di tempo quella avvenuta sulla costa ligure lo scorso 24 novembre). Un fenomeno molto critico, causato principalmente dalla poca pulizia dei fiumi che si immettono nel mare.«L’oscar Ecoturismo 2017 con la menzione Amici del Clima è un riconoscimento importante che certifica il buon lavoro che stiamo portando avanti per la valorizzazione del nostro territorio. Siamo convinti che una ricezione turistica di qualità debba andare di pari passo con l’estrema attenzione agli aspetti ecologici e sociali. Il benessere dei nostri ospiti, infatti, si raggiunge anche rispettando il benessere dell’ambiente che mettiamo a loro disposizione», commenta Lovisone.

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...