L’amore addosso di Sara Rattaro a Loano

Giovedì 20 aprile alle 18 la scrittrice Sara Rattaro sarà ospite della rassegna Primavere di libri al Mondadori Store di Loano. Tradotta in nove lingue, vincitrice di numerosi premi, tra cui il Bancarella 2015 e il Premio Rapallo Carige 2016 Sara Rattaro presenterà la sua ultima opera “L’amore addosso” (2017, Sperling & Kupfer), un romanzo che parla di tradimenti, di relazioni familiari e di segreti che fanno stare a galla ma non danno la felicità.
Si legge nella presentazione del volume: “Una giovane donna attende con ansia fuori da una stanza d’ospedale. È stata lei a portare lì d’urgenza l’uomo che ora è ricoverato in gravi condizioni. È stata lei a soccorrerlo in spiaggia, mentre passava per caso, dice. Non dice – non può farlo – che invece erano insieme, che sono amanti. Lo stesso giorno, in un’altra ala dell’ospedale, una donna attende notizie del marito, vittima di un incidente d’auto. Non era con lui al momento dell’impatto; non era rintracciabile mentre la famiglia, da ore, cercava di mettersi in contatto con lei. E adesso, quando la informano che in macchina con il marito c’era un’altra persona, lei non sembra affatto stupita. La prima donna è Giulia. La seconda è ancora Giulia. E il destino, con la sua ironia, ha scelto proprio quel giorno per fare entrare in collisione le due metà della sua vita: da una parte, quella in cui è, o sembra, una moglie fortunata e una figlia devota; dall’altra, quella in cui vive di nascosto una passione assoluta e sfugge al perbenismo di sua madre – alle ipocrisie, ai non detti, a una verità inconfessabile. Una verità che perseguita Giulia come una spina sotto pelle; un segreto che fa di lei quell’essere così tormentato e unico, luminoso e buio; un vuoto d’amore che si porta addosso come una presenza ingombrante, un caos che può soltanto esplodere. Perché l’amore è una voce che non puoi zittire e una forza che non puoi arrestare. L’unica spinta che può riportarti a ciò che sei veramente.”

Sara Rattaro è nata a Genova. Laureata in Biologia e in Scienze della Comunicazione, ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla sua grande passione, la scrittura. È già autrice di cinque romanzi, accolti con successo da librai, lettori e critica, e tradotti in nove lingue: Sulla sedia sbagliata, Un uso qualunque di te, Non volare via (Premio Città di Rieti 2014), Niente è come te (Premio Bancarella 2015), Splendi più che puoi (Premio Rapallo Carige 2016).

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…