Le Alpi del Mediterraneo in mostra a Santa Tecla

Venerdì 1 settembre alle 18, presso il Forte Santa Tecla di Sanremo e nell’ambito della mostra di pittura “Eco-logia” di Franco Giannelli, Michele Piazza del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Genova e Sonia Zanella, Direttore del Parco Alpi Liguri, presenteranno il patrimonio delle “Alpi del Mediterraneo”, candidato UNESCO.
L’intera area candidata si estende su una superficie di oltre 210.000 ettari ed è collocata nel punto di cerniera tra il Mediterraneo occidentale e la penisola italiana, là dove i massicci montuosi dell’estremo sud dell’arco alpino arrivano a contatto con il Mar Mediterraneo ma sono anche in continuità con l’Appennino. In una distanza di soli 70 km si sviluppa così un dislivello di circa 6.000 metri, dalle cime dei monti Argentera-Mercantour (ca. 3300 m s.l.m.) sino ai fondali abissali (ca. -2500 m) davanti al litorale tra Ventimiglia e Villefranche-sur-mer: un’evoluzione geologica singolare, che ha inizio 400 milioni di anni fa ed è ancor oggi possibile ‘leggere’ come su un libro aperto.
“Eco – logia” è la mostra multimediale di Franco Giannelli, inaugurata sabato 26 agosto al Forte di Santa Tecla e organizzata dal Comune di Sanremo e dal Polo Museale della Liguria. L’esposizione coinvolge alcune decine di quadri in diverse sequenze per rappresentare la vita di un prato fiorito di montagna, simbolo della natura da salvare; una ventina di immagini fotografiche che documentano il legame tra il mistero della montagna e le alte quote della spiritualità; diversi pannelli esplicativi su testimonianze di varie realtà montane, con riferimenti anche alla natura della Liguria di Ponente e della vicina Provenza.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…