Le atmosfere di De Andrè ad Albenga grazie ai Fieui e Aldo Ascolese

L’altra sera ha incantato cinquemila persone a Boccadasse con la sua voce straordinaria e con le canzoni di Fabrizio De Andrè. Martedì 16 agosto, grazie ai Fieui di caruggi sarà ad Albenga per la rassegna “Musica nei vicoli”. L’atteso concerto avrà luogo alle 21,15 in piazza delle Erbe, nel cuore del centro storico ingauno ad ingresso libero.

Aldo Ascolese è già stato ospite di Albenga riscuotendo un grande successo personale, partecipando alle ultime due edizioni di “Ottobre De Andrè”, evento clou dell’autunno ligure. È considerato da pubblico e critica uno dei migliori cantautori in circolazione. Genovese doc è definito da molti il vero erede di Fabrizio De Andrè, non solo per la vocalità, ma anche per la profondità timbrica che accomuna i due cantautori. Non a caso ha ottenuto recentemente il riconoscimento di miglior interprete di Faber. Nei suoi brani inediti affronta temi sociali e racconta di Genova e caruggi con un sound che ricorda da vicino il tango e la milonga. Senza avere mai studiato canto e chitarra in modo accademico ha collaborato con alcuni dei grandi del panorama musicale italiano come Guccini, Bertoli, De Gregori,Vecchioni e lo stesso Fabrizio De Andrè. Sarà accompagnato al pianoforte da Domenico Berta, musicista classico che non disdegna sperimentare musiche contemporanee.

L’ambientazione suggestiva, la scelta delle canzoni (Bocca di rosa ed altre storie) e il marchio Fieui di caruggi garantiscono una serata ricca di emozioni.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…