Lettere dalla notte con Chiara Guidi alla Tosse

Chiara Guidi, cofondatrice della Societas Raffaello Sanzio, torna al Teatro della Tosse con Lettere dalla notte, in scena domenica 5 novembre, ore 18.30. Lo spettacolo conclude il laboratorio gratuito di tre giorni condotto dalla Guidi. In totale sono 100 i partecipanti al laboratorio gratuito (ma le richieste d’iscrizione pervenute da tutta Italia alla Tosse sono state circa il doppio) , che prenderanno parte allo spettacolo come coro. Lettere dalla notte sono state scritte da Nelly Sachs, una delle voci poetiche più appartate e potenti del Novecento, premio Nobel nel 1966, e ora riscoperta da Chiara Guidi. 

Una voce soltanto, così amava definirsi sia per quella fede che portava “..impregnare di dolore la polvere, darle un’anima” che per quel credo che la guidava “..io credo in un universo invisibile nel quale inscriviamo ciò che abbiamo inconsapevolmente compiuto..”.

Dentro le sue parole, nella polvere che spesso evoca, si intravede il cammino doloroso dei popoli e delle genti, a cui la poesia dà voce, facendo scaturire la musica.

Per incontrare Nelly Sachs, grazie alla traduzione di Anna Ruchat, Chiara Guidi darà voce non solo ad alcune lettere tratte da Lettere dalla notte ma anche a una parte del carteggio che ebbe tra il 1954 e il 1969 con una delle voci più intense della poesia, Paul Celan, con cui condivise la condizione di esule dalla storia e dalle ferite del Novecento. 

Chiara Guidi, inoltre, consegnerà ad un coro di studenti alcune poesie.

Il coro, verrà messo a punto nel corso di un triplice incontro e si rivolgerà a tutti coloro che desiderano sperimentare la propria voce nell’incontro con tante voci diverse dalla propria.

 

Chiara Guidi

Chiara Guidi Fondatrice con Romeo e Claudia Castellucci della Socìetas Raffaello Sanzio, oggi Societas, sviluppa una personale ricerca sulla voce come chiave drammaturgica nel dischiudere suono e senso di un testo, ma anche come corpo, azione, disegno, rivolgendo la propria tecnica vocale sia a produzioni per un pubblico adulto, sia elaborando una specifica concezione di teatro legato all’infanzia.

Biglietto: 14 euro 

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…