L’Orchestra della Vedova Nera

L’Estate 2017 di Alto vede ancora una volta il Circolo Artistico-Culturale “Amici nell’Arte” noprofit proporre la mostra “Ritorno al Passato attraverso l’Arte” nell’Oratorio di San Bartolomeo, ubicato nel borgo di Alto, in provincia di Cuneo.

Si tratta della terza edizione proposta nel ridente paese montano a cavallo tra Liguria e Piemonte e quest’anno saranno presentate le opere dello scultore ungherese Balàzs Berzsenyi ».

La mostra proposta sarà quindi una personale dal titolo piuttosto intrigante: “L’Orchestra della Vedova Nera”. Una dozzina i lavori esposti, realizzati in tecnica siderurgica. Le opere sono inedite e nella loro creazione l’artista ha adoperato prevalentemente metalli come l’acciaio inox, il bronzo, il rame, l’ottone e l’argento, moltissimi ingranaggi e pezzi di strumenti musicali, quali trombe, tromboni, tube, …

Il titolo bene si attaglia all’austera costruzione dell’Oratorio di San Bartolomeo ed alle sue antiche mura, il che garantirà ai visitatori un singolare pathos, sia per la forza delle opere che per le loro dimensioni. L’autore ha lavorato a lungo per suscitare un’intensa emozione ed una totale partecipazione, sul piano estetico e affettivo, in quanti avranno la possibilità di ammirare i suoi lavori.

Si sottolinea come l’Amministrazione Comunale del paese, diretta dal Sindaco Renato Sicca, sia molto attenta e sollecita riguardo alla divulgazione dell’arte e della cultura ed appoggia ogni iniziativa con grande considerazione e partecipazione.

All’inaugurazione, prevista per le ore 16.30 di sabato 22 luglio, sarà presente, oltre al Sindaco e a rappresentanti dell’Amministrazione e della Pro Loco, un folto gruppo di Altesi e numerosi turisti italiani e stranieri, che hanno scelto come luoghi di vacanza le nostre vallate, fra cui il paese di Alto.

La mostra sarà aperta tutti i giorni fino al 17 settembre, ininterrottamente dal mattino alla sera.

Nel corso del pomeriggio, a seguire (ore 17.30), un incontro con gli Apicultori della zona dal titolo “Varroa: metodi naturali di difesa” a cura di Domenico Prisa, Dottore in biotecniche agroindustriali, specializzato in problematiche vegetali-microbiche della Scuola Superiore di Pisa.

Dalle 19.00, con l’apertura delle cucine della Pro Loco di Alto, si potranno gustare gli squisiti Sciancui, un tipico primo piatto locale.

La “Sagra degli Sciancui” continuerà anche nella giornata di domenica 23 luglio, dalle ore 12.00.