Il Malato immaginario secondo Berti al Teatro Sacco

Sabato 27 all’Antico Teatro Sacco di Savona TimoteoTeatroProduzioni propone Il Malato Immaginario nella versione di Elio Berti, tratto da Moliere

La “mise en scène” come direbbe Moliere  parte proprio dalla resistenza di un testo alle varie epoche storiche, un testo che desta ancora oggi interesse dopo 300 anni dalla sua “prima” e stimola registi, attori e produzioni. E’ proprio dai costumi, il commento musicale, la scenografia e il linguaggio che nasce la ricerca e la proposta che si adegua a qualsiasi età e misura lasciando spazio alla rivoluzione senza mai dimenticare il grande talento del commediografo francese. I colori sono quelli preferiti da Moliere. Il rosso della passione, il bianco della semplicità e purezza e il nero della profondità. Gli appunti di regia sono diventati “appunti di viaggio” dove le fermate hanno preso un tempo importante per il confronto e la condivisione.

Oltre a Elio Berti, attore-regista professionista, in scena ci sarà la storica Compagnia Stabile TimoteoTeatro con Simonetta Pastorino, Fabrizio Santoro, Simona Di Nicolao e Donatella Francia. Gloria Galli e Giorgia Berti del Laboratorio teatrale. Davide Villani, Milena Ratti e Rosy Arasi del Corso di Orientamento teatrale. Conclude il gruppo la partecipazione straordinaria di Alessio Dalmazzone attore della Libera Compagnia Teatro Sacco.  L’organizzazione e l’assistenza alla regia di  Anna Maria Altomare e la regia dello stesso Elio Berti in una vera e propria contaminazione che unisce esperienze diverse in un unico e profondo amore: Il teatro.

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...