Peagna premia le migliori commedie amatoriali liguri 

Venerdì 26, alle 21.30, a Peagna di Ceriale, al Teatro Carlo Vacca, premiazione della 7° Rassegna Teatrale con i Buscaglione Project. Ecco le nomination della Commissione, con le Compagnie e gli attori che si contenderanno gli ambiti riconoscimenti. Ad organizzare la serata, ad ingresso gratuito, la Pro loco in collaborazione con l’assessorato al Turismo.
PER LA MIGLIOR ATTRICE

CLAUDIA DI GIULIO, nel ruolo della moglie di Giovanni Ruoppolo in LA FORTUNA CON L’EFFE MAIUSCOLA, portato in scena dalla Compagnia Teatrale MASANIELLO di Torino.

SARA OGANDO DOS SANTOS, nel ruolo di Isabella di Castiglia in REGINE DI FUORI, portato in scena dalla Compagnia Teatrale IL GIARDINO DELLE LATTUGHE di Cisano sul Neva.

STEFANIA GENNARI, nel ruolo di Molly in TWIST, portato in scena dalla Compagnia Teatrale QUARTA PARETE di Piacenza.

ALESSIA MELA, nel ruolo di Edna in IL PRIGIONIERO DELLA SECONDA STRADA, portato in scena dalla Compagnia RAMAIOLO IN SCENA di Imperia.
PER IL MIGLIOR ATTORE

CHRISTIAN FERRARI, nel ruolo di Mel in IL PRIGIONIERO DELLA SECONDA STRADA, portato in scena dalla Compagnia RAMAIOLO IN SCENA di Imperia.

FEDERICO FINOCCHIARO, nel ruolo di Harry in IL PRIGIONIERO DELLA SECONDA STRADA, portato in scena dalla Compagnia RAMAIOLO IN SCENA di Imperia.

ALESSIO MERLO, nel ruolo di Norman Gambino in Andy & Norman, portato in scena dall’Associazione Culturale NATI DA UN SOGNO di Savona.

ALFONSO RINALDI, nel ruolo di Giovanni Ruoppolo in LA FORTUNA CON L’EFFE MAIUSCOLA, portato in scena dalla Compagnia Teatrale MASANIELLO di Torino.
PER IL MIGLIOR SPETTACOLO

IL PRIGIONIERO DELLA SECONDA STRADA di Neil Simon, portato in scena dalla Compagnia RAMAIOLO IN SCENA di Imperia, per la regia di Alessandro Manera.

LA FORTUNA CON L’EFFE MAIUSCOLA di Armando Curcio ed Eduardo De Filippo, portato in scena dalla Compagnia Teatrale MASANIELLO di Torino, per la regia di Alfonso Rinaldi.

PLAZA, SUITE 719 di Neil Simon, portato in scena dal Laboratorio Teatrale TERZO MILLENNIO di Cengio, per la regia di Carlo Deprati.
La premiazione verrà accompagnata dal concerto dei Buscaglione Project, che proporranno i pezzi più noti del repertorio del cantante torinese scomparso ormai 56 anni fa. I Buscaglione Project sono nati nel 2000 da un’idea di Gino Fortunato, giornalista musicale di Novi Ligure e studioso della vita e dell’arte di Fred. La voce adatta ad interpretare il ruolo del “duro, ma facile alle cotte” sarà quella di Stefano Zoanelli, cantante e pianista specializzato nel repertorio della canzone italiana. Alla tromba Fulvio di Clemente, professionista veterano cresciuto suonando le canzoni di Buscaglione nei night e sulle navi da crociera, mentre al sax tenore Giorgio Penotti, che si è prodigato come trascrittore e, in qualche caso, arrangiatore dei brani. Completano la formazione ritmica Alessandro Scanzo al basso e Massimo Grecchi alla batteria, una coppia affiatata e swingante che si è fatta le ossa in ambiti soul e rhythm & blues. Dal 2008 Loris Tarantino al pianoforte completa il sestetto.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…