Il Pesto patrimonio immateriale dell’Umanità Unesco, la Liguria si mobilita

Dal 12 al 18 marzo Genova e la Liguria si coloreranno di verde-basilico, con un’intera settimana dedicata alla promozione della candidatura del Pesto Genovese al mortaio a patrimonio UNESCO: menù a tema, “pestate” collettive, flash mob gastronomici, e il clou del Campionato Mondiale del Pesto al Mortaio che si terrà a Palazzo Ducale sabato 17 in diretta streaming su Facebook. Ma il cuore dell’iniziativa sarà la raccolta firme a cui saranno chiamati tutti i genovesi e i liguri, per sostenere la richiesta di inserire la tradizione del Pesto al mortaio fra i beni immateriali dell’Umanità UNESCO. La Settimana del Pesto è organizzata da Regione Liguria, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova e delle Riviere Liguri e i Comuni della Liguria che aderiranno all’iniziativa. Per tutta la settimana Liguriaedintorni pubblicherà ogni giorno almeno un post su pesto, basilico, aglio e via dicendo.

Una firma per il Pesto Patrimonio UNESCO

In tutti i comuni i liguri potranno firmare i moduli per raccogliere le firme a sostegno della candidatura: migliaia di firme che verranno portate in un unico librone ai commissari UNESCO, per mostrare che dietro al mortaio e al pestello c’è la mobilitazione popolare di tutta una Regione.

Grande mobilitazione anche dal mondo del commercio: ristoratori, titolari di gastronomie e commercianti liguri parteciperanno alla settimana con menù a base di pesto, degustazioni e vetrine a tema.

Al Ducale torna il Campionato Mondiale del Pesto

Sabato 17 marzo 100 concorrenti selezionati in tutta Italia (50 liguri, 25 italiani e 25 dall’estero) si sfideranno per aggiudicarsi il settimo Campionato Mondiale del Pesto al mortaio. Anche quest’anno la manifestazione sarà preceduta dall’edizione junior, dedicata ai bambini, per crescere i pestatori del futuro.

Orgoglio Pesto: tutti insieme a pestare

Armati di mortaio e pestello, i genovesi saranno chiamati sabato 17 a invadere pacificamente piazza De Ferrari per preparare il pesto insieme, spargendo il profumo del basilico in tutta la città. Regione Liguria metterà a disposizione gli ingredienti e un grembiule, rigorosamente verde.

Il giorno successivo, domenica 18, la “pestata” collettiva sarà ripetuta in decine di comuni liguri, con i finalisti del Campionato a dirigere l’”orchestra” di pestelli.

Il Pesto social

In occasione della VII edizione del Campionato Mondiale di Pesto al mortaio e nell’ambito della “Settimana del Pesto” promossa da Regione Liguria per promuovere la candidatura del pesto genovese al mortaio come patrimonio UNESCO, sabato 17 marzo Genova propone il #WorldPestoday, un evento per riempire di pesto i social media. Posta il pesto anche tu e partecipa al Social Mob! Siete tutti invitati a raccogliere immagini emozionanti e suggestive del pesto (che siano mortai al lavoro, piatti fumanti di trenette accomodate o rigogliosi mazzi di basilico), per poi caricarle su Instagram, tutti insieme, durante la giornata del Campionato Mondiale di Pesto al mortaio, il 17 marzo dalle 10.00 alle 20.00. Con lo slogan “Posta il pesto”, si vuole creare un’azione virale che invada quanto più possibile le bacheche dei principali social network, ma soprattutto di Instagram, attraverso l’utilizzo di hashtag strategici, che facciano comparire il pesto nei feed di tutti gli appassionati di cibo del mondo.

Gli hastag da usare sono: #worldpestoday #orgogliopesto #pesto #italianfood #foodlover #pestochampionship #pestogenovese #annodelciboitaliano, oltre ovviamente a #genovamorethanthis #lamialiguria e #igersgenova .

Tutti i dettagli su: http://bit.ly/WorldPestoDay2018

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...