Con Ratatuja 2.0 la cucina toscana per una sera ad Albenga

Claudio De Leo, anima di Ratatuja 2.0, associazione di golosi e competenti gourmet, riprende gli appuntamenti con le zuppe della tradizione assieme allo chef Nicola Lavagna dell’Osteria Fino alla Lisca di Albenga. Ecco cosa propone per il prossimi appuntamento.

Nuovo anno e Ratatuja 2.0, riprende a preparare le zuppe della tradizione. Mercoledì 10 gennaio all’Osteria Fino alla Lisca di viale dei Mille ad Albenga, si parlerà di cucina   toscana. Si inizierà  con un tris di antipasti tipici: panzanella, crostini ai fegatini e pappa al pomodoro. A seguire si potrà degustare una zuppa di antica tradizione contadina, il cui nome deriva dal fatto che un tempo le contadine ne cucinavano una gran quantità (soprattutto il venerdì, essendo piatto magro) e quindi veniva “ribollito” in padella nei giorni successivi, da qui il nome di ribollita. Gli ingredienti fondamentali sono il cavolo nero e i fagioli (borlotti, toscanelli o cannellini). La ribollita è un piatto invernale di aspetto semisolido e come tutte le altre minestre di verdura diventa sempre più gustosa ogni volta che viene “ribollita” sul fuoco  perché la vera zuppa si riscalda due volte, viene servita con un filo d’olio d’oliva extravergine affettandoci sopra una cipollina fresca. Per dessert gli immancabili cantucci artigianali “pucciati” nel vin santo. L’orario della cena è come sempre alle 20,30 per fare un viaggio nella meravigliosa Toscana. Prenotazioni al 3496629567.

 

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...