Savona, anche Maggiani agli incontri della Ubik

Un fine settimana ricco di appuntamenti con gli autori alla Ubik di Savona. Si comincia mercoledì 14 dicembre alle 18 con la saggista Raffaella Rainise presenta il libro “Nio un punto nell’Universo. Storia semplice dell’astronomia” (Marsilio) con introduzione del professor Ugo Ghione. Il libro cerca di svelare i segreti dell’universo a chi non conosce nulla della materia. Il risultato è il racconto del cammino dell’uomo attraverso le nozioni astronomiche, dalle prime, incerte osservazioni fino alle eccezionali scoperte dei giorni nostri.Giovedì 15 dicembre, sempre alle 18, lo scrittore Carlo A. Martigli presenta il libro “La follia di Adolfo” (Mondadori) con l’introduzione di Renata Barberis. Toscana, 1911. Adolfo, il folle, il dongiovanni, il cadetto di una nobile famiglia rispettosa delle regole e amante del buon cibo. Dalla guerra di Libia, agli amori, dai matrimoni alle piccole pazzie quotidiane, gli episodi familiari si snodano leggeri e profondi.

Venerdì 16 dicembre, ancora alle 18 il giovane scrittore afgano Alidad Shiri presenta “Via dalla pazza guerra. Un ragazzo in fuga dall’Afghanistan” (Editore Il Margine), a cura dell’Istituto ‘Mazzini-Da Vinci’ in collaborazione con l’Associazione Rosa Bianca. Introduce la professoressa Claudia Palone. “Mi chiamo Alidad Shiri, sono Un ragazzo che è fuggito faticosamente dall’Afghanistan e dalla sue sue assurde guerre. Adesso ho 16 anni e vivo a Merano, e se volete vi racconto la mia storia”.

Sabato 17 dicembre alle 18, infine, lo scrittore Maurizio Maggiani presenta il libro “La zecca e la rosa”, con l’introduzione di Renata Barberis. Dalle 20 cena con lo scrittore alla Società di Legino per la Festa di Emergency. “Sono nato in un paese di campagna nel cuore della miseria degli anni ’50, mi è stato insegnato a guardare e ascoltare e odorare e toccare ogni creatura e capire cosa ne veniva di buono e cosa di cattivo, evitando con cura di disturbare creato e creatore?

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…