Spotorno, ai Bagni Copacabana una vetrina dedicata alle eccellenze di gusto

Il maltempo ha funestato quella che, lunedì 4 giugno, doveva essere la festa del gusto che avrebbe aperto l’estate ai Bagni Copacabana di Spotorno, costringendo ad un rinvio. Un rinvio, appunto, visto che lunedì 11 Pier Ravera ci riprova, trasformando la terrazza dei bagni in una piccola ma prestigiosa vetrina di eccellenze enogastronomiche. Il titolo rimane quello, Drink the island, bevi l’isola, quella di Bergeggi, splendido sperone di macchia mediterranea e spiritualità (come tutte le isole del Mar Ligure era abitata da monaci, benedettini in primo luogo). Dalle 17 la terrazza dei Bagni Copacabana ospiterà grandi vini e grandi sapori.

Pier Ravera, giovane imprenditore turistico, sommelier del Vescovado di Spotorno, grande conoscitore di vini e sapori,  per un pomeriggio trasformerà la terrazza dello stabilimento balneare in uno spazio espositivo del gusto. “Ci saranno prodotti e produttori di grandi vini, liguri e italiani, produttori di olio, di salumi, di basilico, osterie di gran livello per una sorta di aperitivo abbinato alla conoscenza dei vini”, racconta. E aggiunge sorridendo: “Se pioverà anche lunedì prendo un barile di rum e divento eremita sull’isola”. Dopo l’aperitivo, solo su prenotazione, la cena firmata da Massimiliano Tortarolo, chef stellato, che dalla Locanda dell’Angelo di Millesimo si è spostato proprio ai Bagni Copacabana di Spotorno.

Questi i “banchetti” del vino: Cesconi, Trentino; Petrussa, Friuli;  Malibran, Valdobbiadene; Tracce Distribuzione, La Morra; Champagne4You, Bergamo; Giovanni Rosso, Piemonte;  Guido Vada, Piemonte; Marcalberto, Piemonte; Alex Berriolo, Liguria; Riccardo Sancio, Liguria; Bio Vio, Liguria; Ronco Calino, Franciacorta;  Dirupi, Valtellina; Pole Pole, Cocktail; Nadir Liguria.

Questi i “banchetti del food”: Osteria Del Vino Cattivo, Cairo;  Ristorante Copacabana, Spotorno; Macelleria Agosto e Pistone, Mallare; Sommariva Agostino, Albenga;  Marco D’Angelo, Cairo; Paolo Calcagno, Celle.

LA CENA

Il menù studiato da Massimiliano Tortarolo, che sta “spiazzando” la ristorazione della Riviera unendo la sua esperienza di entroterra con la cucina di mare (del resto, oltre ad essere un gran cercatore di funghi ed erbe, è anche buon pescatore, siappur di acqua dolce…), creando abbinamenti di grande suggestione, è decisamente interessante: salsiccia di gambero bianco, panissa croccante, caramello di albicocca di Valleggia (sarai contento chef Giorgio Brignone!) e fiori di sambuco; tortelli farciti di piselli, copollotto e maggiorana, burro allo zenzero e pesi da inchiostro; punta di lascerto al rosa frollata quaranta giorni, il suo fondo al legno di frassino, lampone, senape e belga bruciata; limoni di Felice, cioccolata bianca, cappero e salvia. Il tutto accompagnato da Pigato Stairway to Heaven 2017 di Sancio, acqua e caffè, per un costo di 50 euro a persona. Prenotazione obbligatoria al 3280141241.

 

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...