Sulle Alpi Liguri alla scoperta dell’Anello di Pigna

Fino al 10 settembre il Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri, in collaborazione con le Associazioni e le guide escursionistiche della provincia di Imperia, propone un calendario di escursioni gratuite alla scoperta di alcuni fra i paesaggi geologici più emozionanti delle Alpi del Mediterraneo, nel territorio candidato ad essere inserito fra i luoghi Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Le escursioni, organizzate dal Parco Alpi Liguri grazie al Progetto Regionale Green&Blue, saranno un’ottima occasione per iniziare a conoscere, da un diverso punto di vista, il patrimonio naturale delle nostre valli alpine. Qui, la storia geologica dei luoghi ha fortemente caratterizzato l’ambiente e il paesaggio, condizionando anche la presenza dell’uomo. Le uscite sono gratuite e aperte a tutti.
SESTA USCITA SABATO 2 SETTEMBRE: L’anello di Pigna, la faglia e le sorgenti termali

Un interessante giro ad anello per scoprire le testimonianze dei potenti e profondi processi geologici, ancora in atto, che hanno modellato e caratterizzato l’Alpe e il Ponente Ligure. Attraversando due importanti attributi di carattere tettonico, la faglia Saorge-Pigna e le sorgenti idrotermali, si evidenzieranno le eccezionali caratteristiche di parte del territorio oggi candidato a divenire Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Dal borgo medioevale di Pigna (240 m s.l.m.), si imboccherà un’antica mulattiera, raggiungendo i ruderi della Chiesa di S. Antonio (428 m s.l.m.) e il Santuario barocco della Madonna di Passoscio (627 m s.l.m.). In questa prima parte dell’itinerario gli uliveti lasceranno il posto a un denso bosco dominato da lecci e roverelle, che si affaccia sulla piccola valle del rio Campali. Il sentiero proseguirà in costa lungo la valle tettonica del rio Muratone, superando il ponte in pietra di Bausson (630 m s.l.m.) e raggiungendo l’omonimo Passo (1156 m s.l.m.), da dove sarà possibile osservare l’immensa faglia che ha originato la vallata, con direttrice Saorge-Pigna e che prosegue verso Castelvittorio, Baiardo e Ceriana.

L’itinerario proseguirà sull’Alta Via dei Monti Liguri verso ovest, raggiugendo la Sella di Gouta (1212 m s.l.m.), dove ci si potrà concedere una sosta presso il Rifugio Gola di Gouta. Dal Rifugio una ripida discesa riporterà a Pigna, regalando ampie vedute sui borghi di Pigna e Castelvittorio.

L’itinerario intercetta, oltre all’area del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri, due Siti di Interesse Comunitario, M. Toraggio-M. Pietravecchia e Gouta-Testa d’Alpe, caratterizzati da numerosi elementi di pregio naturalistico.

Ritrovo: ore 9 a Pigna, area parcheggio campo sportivo.

Durata: 6 ore – Dislivello: 900 metri circa – Difficoltà: E+ – Lunghezza: 17 km

Equipaggiamento consigliato: scarponcini da montagna impermeabili, giacchetta impermeabile, pantaloni lunghi, maglietta e calzini di ricambio, almeno 1 litro e mezzo di acqua, racchetta/e da trekking, cappellino, binocolo, macchina fotografica.

Partecipazione gratuita. Info e prenotazioni: prenotazione obbligatoria entro le 14 di venerdì 1 settembre – Matteo Serafini – Tel. 333 6853041

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…