Tenco50. Vita e morte di un cantautore a Carcare

Canzone d’autore nella Chiesa Parrocchiale di Vispa venerdì 19 maggio alle 20.30. Elena Buttiero e Ferdinando Molteni, infatti, portano in scena Tenco50. Vita, morte e canzoni di un cantautore.

Sono trascorsi 50 anni da quella tragica notte del 27 gennaio 1967, quando Luigi Tenco è morto, gli autori del racconto musicale “Tenco 50”, Ferdinando Molteni e Elena Buttiero dedicano al cantautore italiano 60 minuti di emozioni, tra parole e note musicali, per onorarlo: «Abbiamo deciso di dedicare un nuovo recital a Tenco perché la verità sulla sua fine ha molto a che fare con le sue canzoni», commentano Buttiero e Molteni. «Questo racconto musicale, proposto nel cinquantenario di quella notte maledetta di Sanremo, ci riempie di responsabilità e di amore per quel giovane e grande artista. Cercheremo di ricordarlo con rispetto e ammirazione».

Si tratterà di un evento culturale e artistico con responsabilità sociale, ovvero ingresso libero con offerta volontaria, ovviamente a favore del luogo in cui l’evento si svolgerà. Stiamo parlando della Chiesa Parrocchiale della frazione di Vispa nel Comune di Carcare, nella cui cornice, intorno agli anni 70 Dario Fò recito “Mistero Buffo”, costruita nel 1965 per volontà della Comunità dei vispesi e della Parrocchia di Carcare. Lo spettacolo racconta la vicenda artistica e umana del cantautore Luigi Tenco a 50 anni dalla sua tragica morte ed è tratto dal recente libro di Molteni “L’ultimo giorno di Luigi Tenco” edito da Giunti.

Nel corso del recital sarà raccontata la storia del cantautore, attraverso le sue stesse parole e, soprattutto, le sue canzoni. Saranno eseguiti capolavori come Lontano lontano, Mi sono innamorato di te e Vedrai, vedrai, canzoni meno conosciute come Ragazzo mio, e inediti, come la traduzione tenchiana de Le déserteur di Boris Vian, fino all’ultima “sfortunata” composizione, Ciao amore, ciao.

Non solo. Lo spettacolo indagherà anche il rapporto di amicizia tra Tenco e Fabrizio De André e, non a caso, verrà eseguita anche la toccante Preghiera in Gennaio, scritta da Faber in memoria di Luigi. Il concerto è organizzato da Interlink di Lorenza Vimercati: “Insieme a Elena Buttiero e Ferdinando Molteni, abbiamo deciso di portare il loro recital anche nell’entroterra ligure ai confini amministrativi con il territorio d’origine di Luigi. Ci tengo a sottolineare la scelta di lasciare libero l’ingresso, nonostante la consapevolezza che la promozione di eventi culturali e le performances artistiche abbiano un costo organizzativo, ma l’obiettivo strategico è quello di devolvere le libere offerte alla manutenzione della Chiesa del Vispa”.

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…