Tenuta Maffone, bollicine e grappe in Valle Arroscia

Lasciare, dopo 37 anni, un lavoro sicuro, manager di una multinazionale, per tornare alla terra, al vino. E’ la storia di Bruno Pollero e di un successo aziendale nel campo dell’enologia. Tenuta Maffone, ad Acquetico, frazione collinare di Pieve di Teco, era la storica azienda agricola della famiglia di Eliana, la moglie di Bruno, ma da due generazioni era poco più che il ricordo delle vacanze con i nonni. “Mio suocero, il papà di Eliana, non faceva l’agricoltore, faceva un po’ di vino e d’olio per la famiglia e il resto si vendeva”, racconta Bruno. Nel 2009 la svolta. “Decidiamo di riprendere in mano la tenuta, per qualche anno ho continuato a lavorare poi, nel 2012, mi sono licenziato per lavorare a tempo pieno in azienda”, racconta ancora Bruno. La tenuta, a 500-600 metri sul livello del mare, baciate dal sole ed accarezzate dai venti marini, diventa “Un luogo magico dove la tradizione del “fare il vino e l’olio buono” si intreccia con la natura”. La produzione, rigorosamente Doc, comprende Ormeasco di Pornassio, Ormeasco Sciac-Trà e Pigato della Riviera Ligure di Ponente. E poi grappe distillate di vinacce e selezionate ed una linea di olio extra-vergine di oliva mosto non filtrato. Ancora Pollero: “Da noi tutto è naturale, non usiamo solfiti ne chimica in cantina. Il nostro enologo, il guru langarolo Marco Biglino, ci ha aiutato a valorizzare l’Ormeasco, il nostro vino di punta. Grazie a lui abbiamo prodotto uno spumante DueLuglio, che ci sta dando grandi soddisfazioni”. Soddisfazioni che significano premi e citazioni su guide e concorsi. Tenuta Maffone oggi può contare su una cantina funzionale con uno spazio per esposizioni e degustazioni (sempre più internazionali) e la commercializzazione di oltre 10 mila bottiglie all’anno, destinate ad aumentare nei prossimi anni. La prossima sfida? “Abbiamo vinto il bando per gestire il vivaio dell’ex Comunità montana con il suo prezioso contenuto di barbatelle. In collaborazione con l’Università di Torino lo stiamo aprendo per rilanciarlo e farlo diventare operativo per tutta la viticoltura del Ponente ligure, un settore che può ancora dare grandi soddisfazioni”, conclude Bruno.Tenuta Maffone di Bruno Pollero fraz. Acquetico via Case Soprane 11 – 18026 Pieve di Teco (IM) – Italy Bruno +39.347.1245271 | Eliana +39.339.6582592 Fax: 0183.754190

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...